CRUI / "Vicini a distanza": in un video la reazione delle università italiane all’emergenza

“Vicini a distanza”: ecco il video presentato dal presidente della Conferenza dei rettori delle Università italiane Ferruccio Resta nel corso dell’ultima assemblea. Il video racconta la pronta reazione delle università durante l’emergenza epidemiologica sul fronte della didattica a distanza.

L’Assemblea della CRUI, riunitasi a distanza giovedì 23 aprile 2020, ha riflettuto sulle prossime fasi che attendono l’università. Due i temi principali da declinare trasversalmente rispetto alla periodizzazione indicata dal governo: didattica e ricerca.

E se sul fronte della prima il bilancio del lockdown è sostanzialmente positivo (già a un mese dall’avvio la quasi totalità dei corsi universitari e tutte le sessioni di esame e laurea erano state trasferite sulle piattaforme per la didattica online), ora è la seconda a preoccupare i rettori.

«Nelle università si certificano mascherine, si produce gel igienizzante, si stampano in 3d valvole per i respiratori, si cercano il vaccino e le cure – ha detto il Presidente, Ferruccio Resta – E’ solo la ricerca a rendere il nostro futuro meno inevitabile. In quest’ottica, a partire dal 4 maggio i laboratori e le altre attività di ricerca, finora fermi o a regime ridotto, devono poter riprendere a pieno. Ne va della nostra capacità di guardare lontano e di fronteggiare le sfide dei prossimi mesi».

Sul fronte della didattica la CRUI punta a una fase 2 basata su una modalità mista (presenza/distanza), differenziata in base all’evoluzione territoriale della pandemia. Ciò per agevolare esami e sedute di laurea della sessione estiva e preparare un graduale ritorno alla normalità. Nella fase 3 invece, il permanere della modalità mista servirà soprattutto a facilitare il distanziamento sociale, ma anche a garantire la partecipazione agli studenti internazionali e ai pendolari ancora impossibilitati a raggiungere le sedi. Il tutto, ovviamente, orientato dal principio fondamentale della sicurezza di studenti, docenti e personale tecnico amministrativo. E basato su requisiti minimi in termini di distanziamento sociale, sanificazione, accessibilità alle strutture, servizi alla residenzialità e dispositivi di protezione individuale.

«Più di uno studio ipotizza un possibile riacutizzarsi del contagio con l’arrivo dell’autunno – ha proseguito Resta – Non possiamo farci trovare impreparati. In quest’ottica dobbiamo sfruttare la crisi anche come un’opportunità per ripensare l’università. Abbiamo bisogno di atenei con meno vincoli, con poche regole chiare. Atenei in cui le procedure amministrative siano adeguate a un futuro dematerializzato e a una didattica diversa. Un futuro che è già qui».

Ultima modifica: 
18/05/2020 - 07:09

LEGGI ANCHE

Per favorire una corretta informazione, pubblichiamo il vademecum diffuso dal Ministero della Salute e dall'Istituto Superiore di Sanità in merito alla diffusione del virus

Le decisioni dell'Università di Catania per mitigare gli effetti derivanti dalla situazione attuale della pandemia da Covid-19

Raccolti finora 70 mila euro. Dopo le tute protettive, in arrivo altri dispositivi per gli operatori dei reparti in prima fila contro il Covid-19

Le misure adottate in attuazione delle prescrizioni delle autorità competenti

"Riprendere gradualmente le attività universitarie con attenzione e prudenza per superare gli impensabili ostacoli di questa pandemia"

Il rettore Francesco Priolo annuncia in un video-messaggio la ripresa di alcuni servizi per gli studenti: novità sulla fruizione delle biblioteche, sui tirocini pre e post laurea e sugli esami scritti a distanza

L'Ateneo conferma la parziale riapertura delle sedi per lo svolgimento delle sessioni di esami e di laurea, ma nel rispetto delle condizioni prescritte dal "Protocollo sicurezza anti contagio Covid 19 - Fase 2"

A partire dal 30 giugno 2020 si riattiva il servizio di ricevimento al pubblico in presenza, previa prenotazione online

Unict lancia un'indagine su come migliorare la qualità della vita dei malati rari. È possibile compilare online il questionario fino al 6 settembre 2020

L’Ateneo acquista 1800 tute protettive per gli operatori dei reparti ospedalieri etnei in prima fila contro il Covid-19

Il laboratorio fornisce assistenza alle aziende che richiedono la verifica delle qualità funzionali di tessuti per mascherine e altri dispositivi medici secondo gli standard previsti dalle normative vigenti

Avviati anche dottorati, master e scuole di specializzazione: lezioni disponibili in streaming tramite piattaforma Microsoft Teams

Lezioni disponibili in streaming, tramite piattaforma Microsoft Teams, secondo il calendario già previsto dai 17 dipartimenti Unict e dalle strutture didattiche speciali di Ragusa e Siracusa

Sino al 31 luglio 2020 è introdotto il piano straordinario per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

Le misure straordinarie adottate a seguito dei provvedimenti delle autorità competenti

Il prof. Roberto Purrello: «Una risposta dell’Ateneo alla sfida del Coronavirus»

Attivate, tramite piattaforma Microsoft Teams, le modalità di accesso a esami di profitto (esclusivamente orali) e sessioni di laurea. Obbligatoria la prenotazione tramite Portale Studenti

Messaggio del rettore Francesco Priolo e del direttore generale Giovanni La Via a tutta la comunità accademica

Informazioni per la tutela degli studenti che devono effettuare il ritiro

Priolo: «La convenzione siglata conferma il nostro impegno concreto per il nostro territorio e si aggiunge a quello quotidiano dei nostri colleghi medici in prima linea nella gestione dell’emergenza»

Il consiglio direttivo ha deliberato di aggiornare le scadenze per le attività di valutazione che riguardano gli Atenei. La visita all'Università di Catania è posticipata al 2021

Un sondaggio tra gli studenti premia l’impegno dell’Ateneo durante il lockdown