Outgoing Visiting student

Ciascun dipartimento può autorizzare la mobilità in uscita di propri studenti, OUTGOING VISITING STUDENTS, di corsi di laurea triennali, magistrali, magistrali a ciclo unico, dottorato di ricerca e scuole di specializzazione che intendano avvalersi di periodi di mobilità internazionale presso università/enti non italiani.  Tali mobilità potranno essere effettuate per frequentare insegnamenti, svolgere ricerca per tesi, effettuare tirocini liberi che prevedano il riconoscimento di CFU (preferibilmente almeno 12 cfu conformemente a quanto previsto dal DM n.6 del 7 gennaio 2019) nella carriera dello studente.

  • Le mobilità degli studenti di I livello dovranno avere la durata minima di 3 mesi per finalità di studio e 1 mese per tesi o tirocinio.
  • Le mobilità degli studenti di II livello dovranno avere la durata minima di 3 mesi per finalità di studio e 2 mesi per tesi o tirocinio.
  • Le mobilità dei dottorandi e degli specializzandi dovranno avere la durata di almeno 1 mese.

Per le mobilità ai fini di studio è necessario che venga preventivamente stipulato un accordo quadro tra università e, preferibilmente, una convenzione attuativa che formalizzi l'attività di scambio nello specifico. Per le mobilità per ricerca tesi occorre che venga preventivamente firmata dal direttore del dipartimento una lettera di intenti il cui format è lasciato alla libera redazione da parte dei partner. Nel caso di tirocinio si potrà fare riferimento all'International Internship Agreement la cui procedura di proposta sarà a cura dello studente e la cui firma per l'Università di Catania sarà di competenza del direttore del dipartimento. Per i dottorandi o specializzandi non sarà necessario alcuno strumento convenzionale (tranne nel caso in cui questo venga espressamente richiesto dall'università partner), sarà sufficiente invece l'autorizzazione del Collegio dei docenti del dottorato o della Scuola di specializzazione redatta su propri format.

Le procedure relative alle mobilità per didattica e ricerca finanziate tramite bandi di Ateneo o di dipartimento saranno specificate negli avvisi dedicati.

Per effettuare una mobilità all'estero gli studenti dovranno:

  • nel caso di mobilità per studio verificare che l'Università di Catania abbia firmato un accordo quadro con l'università/ente di proprio interesse e, preferibilmente, una convenzione attuativa; nel caso di mobilità per tesi sottoporre all'Ente la lettera di intenti, nel caso di mobilità per tirocinio sottoporre invece l'International Internship Agreement che dovranno essere preventivamente firmati  e saranno propedeutici alla lettera di invito
  • acquisire una lettera di invito da parte dell’ente/università ospitante che specifichi i tempi e i contenuti del tipo di attività da svolgere all’estero
  • inviare l’activities agreement , la lettera di invito (e unicamente nel caso di tirocinio l'International Internship Agreement già firmato dal partner) al presidente del Corso di Studio per l’approvazione del consiglio di Corso di Studio
  • compilare il form on line allegando l’activities agreement controfirmato dal presidente del Corso di Studio, la lettera di invito (nel caso di tirocinio la lettera di invito e l'International Internship Agreement  devono essere in un unico file .pdf)
  • prima della partenza, informare l’università straniera del proprio arrivo, concordando le modalità logistiche del soggiorno
  • a fine mobilità (entro 10 gg lavorativi), presentare una relazione finale a cura del partner straniero (che riporti le date della mobilità, i crediti maturati e voti conseguiti per le attività previste nell’activities agreement ed effettivamente svolte) alla UDI dipartimentale  che la invierà al settore carriere studenti (eccezionalmente nel caso di attività aggiuntive non previste nell’activities agreement iniziale, il presidente del Corso di Studio dovrà autorizzare l’eventuale inserimento in carriera dei CFU acquisiti sottoponendo la documentazione finale alla valutazione del CdS) e per conoscenza all'UMI.

Le qualifiche di visiting student saranno attribuite esclusivamente dalle università straniere ospitanti.

Ultima modifica: 
24/09/2019 - 13:17