Mobilità internazionale

+++ Emergenza Coronavirus +++

Tutti i beneficiari di mobilità internazionale (Programma di Ateneo e Programma MAECI) sono invitati ad attenersi alle disposizioni contenute nei DPCM nazionali adottati per il contenimento del contagio da Covid-19 (http://www.governo.it/it/la-presidenza-del-consiglio-dei-ministri).  Pertanto, fino al termine degli effetti dei citati DPCM e di nuove determinazioni assunte dal governo e dall'ateneo, non sono consentite nuove mobilità in uscita o in entrata nel nostro Paese. 

Gli studenti e i docenti italiani attualmente in altri Paesi possono contattare UniCT per informazioni. Si consiglia anche di seguire le indicazioni fornite dalla Farnesina e presenti alla pagina http://www.viaggiaresicuri.it/home ed eventualmente di contattare le ambasciate e i consolati italiani.

Con riferimento all'emergenza Covid-19, si fa presente che all'Università di Catania si è insediata una task force di esperti dell’Ateneo pronta ad adottare a livello territoriale ogni tempestiva misura idonea alla sicurezza e alla salute dei propri studenti e dell’intera comunità accademica.

Ricevimento Ufficio Mobilità Internazionale (UMI)
Fino al 3 aprile 2020 non verrà effettuato il ricevimento al pubblico in modalità front-office. Il servizio verrà, comunque, garantito in modalità “a distanza”:
Cinzia Tutino umi@unict.it  - Giovanna Marletta gmarle@unict.it

Studenti e docenti attualmente in mobilità: lo studente o il docente che si trovi in questo momento all'estero può proseguire la propria mobilità presso il Paese ospitante e saranno concessi eventuali prolungamenti nel caso di impossibilità a rientrare in sede. In caso di permanenza all'estero, eventuali interruzioni delle attività didattiche presso gli Istituti ospitanti, dovute all’emergenza del contagio da Covid-19, non saranno considerate come periodi di interruzione della mobilità se certificate dall’ente ospitante e la eventuale borsa sarà mantenuta. Lo studente o il docente che vorrà invece sospendere temporaneamente la propria mobilità per rientrare in Italia, potrà riprenderla non appena possibile fino al termine ultimo del 30 novembre 2020 e a condizione che ci sia l’assenso dichiarato dell’Istituto partner ospitante.

Studenti e docenti non ancora in mobilità: Le mobilità di studenti o docenti, sospese a causa del COVID-19, potranno essere posticipate e dovranno essere concluse entro il 30 novembre 2020 a condizione che ci sia l’assenso dichiarato dell’Istituto partner ospitante.

Tutte le interruzioni o sospensioni “causa di forza maggiore” generate dall’emergenza sanitaria COVID-19 dovranno essere richieste all’Ateneo da parte del beneficiario utilizzando i moduli in allegato (modulo 1 - mobilità libera) (modulo 2 - studenti outgoing bando DR 36).

DIDATTICA A DISTANZA/RICONOSCIMENTO ATTIVITA' VISITING IN EMERGENZA COVID-19

Le presenti indicazioni sono state redatte dall’Università di Catania (di seguito UniCT) alla luce delle indicazioni pervenute dal Governo e dalla Regione Siciliana fino alla data del 23 marzo 2020 e potrebbero essere suscettibili di variazioni sulla base di nuove eventuali indicazioni e della variabilità delle misure precauzionali assunte nei vari paesi Europei. Si precisa che le presenti indicazioni disciplinano l’utilizzo della didattica a distanza ed il riconoscimento delle attività svolte in mobilità Visiting ma non gli aspetti finanziari relativi all’erogazione o alla restituzione dei fondi rispetto ai quali si aspettano indicazioni più puntuali dal MIUR.

Di seguito descritte in maniera analitica le indicazioni riferite alle categorie individuate sulla base delle segnalazioni pervenute da studenti/studentesse che usufruiscono del Programma Visiting di Ateneo.

Studente già in mobilità Visiting all'estero

  • Nel caso in cui lo studente abbia deciso di continuare la sua mobilità all’estero, potrà contemporaneamente seguire a distanza le lezioni UniCT e svolgere a distanza le attività autorizzate dall’Università ospitante e previste dall’ Activities Proposal (di seguito denominato AP). Potrà sin da subito sostenere gli esami all’estero, se previsti dall’ente ospitante, sostenere invece gli esami UniCT solo al suo rientro in sede. Alla fine della mobilità all’estero, le attività svolte verranno regolarmente riconosciute come attività Visiting.
  • Nel caso in cui lo studente abbia deciso di interrompere la sua mobilità rientrando in Italia prima del previsto (attraverso l’utilizzo obbligatorio dell’apposito modulo sopra disponibile) e non abbia intenzione di ritornare all’estero per completare la propria mobilità, potrà seguire a distanza le lezioni UniCT e sostenere i relativi esami sin da subito. Considerata la situazione di particolare emergenza COVID-19, a decorrere dal 4 marzo 2020 (data del DPCM del Presidente del Consiglio con cui si decreta la sospensione dell’attività didattica nelle università italiane), eccezionalmente agli esami già sostenuti (interi o parziali), al tirocinio già svolto (intero o parziale) e alla ricerca tesi già svolta (intera o parziale), seppure in un tempo inferiore a quello previsto dall’AP, saranno attribuiti il totale dei crediti approvati nello stesso AP.  Per poter essere riconosciute, le materie parziali dovranno essere inserite nella Relazione Finale (RF) rilasciata dall’università ospitante. Allo studente sarà riconosciuto lo status di studente Visiting in mobilità di Ateneo indipendentemente dalla durata della mobilità effettuata.  
  • Nel caso in cui lo studente abbia deciso di interrompere la sua mobilità restando all’estero (attraverso l’utilizzo obbligatorio dell’apposito modulo sopra disponibile)  e non abbia intenzione di completare la propria mobilità, potrà seguire a distanza le lezioni UniCT e sostenere i relativi esami sin da subito, come chi è rientrato in Italia. Considerata la situazione di particolare emergenza COVID-19, a decorrere dal 4 marzo 2020 (data del DPCM del Presidente del Consiglio con cui si decreta la sospensione dell’attività didattica nelle università italiane), eccezionalmente agli esami già sostenuti (interi o parziali), al tirocinio già svolto (intero o parziale) e alla ricerca tesi già svolta (intera o parziale), seppure in un tempo inferiore a quello previsto dall’AP, saranno attribuiti il totale dei crediti approvati nello stesso AP.  Le materie parziali, per poter essere riconosciute, dovranno essere inserite nella RF rilasciata dall’università ospitante. Allo studente sarà riconosciuto lo status di studente Visiting in mobilità di Ateneo indipendentemente dalla durata della mobilità effettuata.
  • Nel caso in cui lo studente abbia deciso di sospendere la sua mobilità rientrando in Italia prima del previsto (attraverso l’utilizzo obbligatorio dell’apposito modulo sopra disponibile) e abbia intenzione di ritornare all’estero, concludendo la sua mobilità entro il termine ultimo del 30 novembre 2020, potrà seguire a distanza le lezioni UniCT e sostenere i relativi esami sin da subito. Potrà altresì seguire a distanza le materie dell’Università ospitante ma sostenere i relativi esami soltanto quando ritornerà presso la sede estera se questa soluzione è condivisa dalla stessa. Gli esami già sostenuti (interi o parziali), il tirocinio già svolto (intero o parziale) e la ricerca tesi già svolta (intera o parziale) saranno temporaneamente congelati e verranno riconosciuti come attività Visiting a conclusione del periodo di mobilità.
  • Nel caso in cui lo studente abbia deciso di sospendere la sua mobilità rimanendo tuttavia all’estero  (attraverso l’utilizzo obbligatorio dell’apposito modulo sopra disponibile)  e abbia intenzione di riavviare la sua mobilità appena possibile, concludendola comunque entro il termine ultimo del 30 novembre 2020, potrà seguire a distanza le lezioni UniCT e sostenere i relativi esami sin da subito. Potrà altresì seguire a distanza le materie dell’Università ospitante ma sostenere i relativi esami soltanto quando ritornerà presso la sede estera se questa soluzione è condivisa dalla stessa. Gli esami già sostenuti (interi o parziali), il tirocinio già svolto (intero o parziale) e la ricerca tesi già svolta (intera o parziale) saranno temporaneamente congelati e verranno riconosciuti come attività Visiting a conclusione del periodo di mobilità.

Studente non ancora in mobilità Visiting all’estero

  • Nel caso in cui lo studente intenda posticipare la mobilità  (attraverso l’utilizzo obbligatorio dell’apposito modulo sopra disponibile) compatibilmente con quanto concordato con l’ente ospitante e nel rispetto delle indicazioni delle linee guida Covid-19 UniCT, concludendo la sua mobilità entro il termine ultimo del 30 novembre 2020, potrà seguire a Catania a distanza le lezioni UniCT e sostenere i relativi esami sin da subito. Lo studente potrà inoltre seguire contemporaneamente anche le eventuali lezioni a distanza offerte dall’Università di destinazione e sostenere i relativi esami non appena avvierà la sua mobilità, se questa soluzione è condivisa dalla sede ospitante. Gli esami, la ricerca tesi e il tirocinio svolti all’estero saranno riconosciuti come attività Visiting a conclusione del periodo di mobilità.
  • Nel caso in cui lo studente intenda non effettuare la mobilità rinunciando alla stessa definitivamente  (attraverso l’utilizzo obbligatorio dell’apposito modulo sopra disponibile), potrà seguire a distanza le lezioni UniCT e sostenere i relativi esami sin da subito. Non sarà riconosciuto lo status di Visiting per l’anno 2019/2020 ma sarà possibile partecipare ai bandi successivi nei termini previsti dagli stessi.

Link utili: 
https://www.crui.it/covid-19.html
http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/coronavirus/coronavirus-de-mich...
https://ambmadrid.esteri.it/Ambasciata_Madrid/it/
https://www.esteri.it/mae/it/sala_stampa/archivionotizie/approfondimenti/emergenza-covid-19-informazioni-dalle-ambasciate-e-dai-consolati.html

Studenti e docenti outgoing mobilità future | a.a. 2020/21: I bandi relativi al Programma Visiting a.a. 2020/2021 saranno regolarmente espletati nei tempi previsti.

Per maggiori informazioni:
Bandi di mobilita per studio 
Bandi di mobilita per tirocinio
Bandi di mobilità (docenti e ricercatori) 
Programma di Ateneo per la mobilità internazionale

 

________________________________________________________________________________________________

L’Università di Catania (Unict) ritiene di fondamentale importanza per il proprio sviluppo il processo di internazionalizzazione della didattica e della ricerca. Pertanto, ha adottato delle linee strategiche volte a migliorare tale processo e aumentare la propria visibilità, reputazione e attrattività che si concretizzano in azioni realizzabili nel breve-medio periodo e in interventi programmati a più lungo raggio.  

Unict, il più antico tra gli atenei italiani del centro-sud ha già avviato efficaci e consolidate collaborazioni con partner sia a livello europeo che extra europeo. La sua posizione geografica è inoltre baricentrica rispetto ai Paesi dell’area del Mediterraneo, verso i quali ha svolto e continua a svolgere una intensa attività di raccordo di notevole potenzialità.

Nella sezione sono presentati i principali programmi di mobilità di ateneo che permettono docenti e studenti incoming e outgoing, di effettuare periodi didattica, ricerca, studio, tirocinio e formazione in università e istituzioni europee ed extra-europee.

Ultima modifica: 
30/03/2020 - 09:21