Erasmus Plus - Azione chiave 1 per docenza (STA)

Informazioni generali

L’azione Mobilita’ outgoing dello staff per docenza (STA) del programma Erasmus+, consente ai docenti in servizio presso l’Università degli Studi di Catania, di svolgere un periodo di attività didattica presso Istituti di istruzione superiore titolare di EUC di uno dei Paesi partecipanti al Programma, che abbiano sottoscritto con l’Università di Catania accordi inter-istituzionali E+ per la mobilità del personale.

L’Azione E+ “Staff Mobility for Teaching” (STA) ha l’obiettivo di:

  • offrire ai/alle beneficiari/e occasioni di aggiornamento e crescita professionale;
  • promuovere lo scambio di competenze e di esperienze sulle metodologie didattiche;
  • stimolare gli Istituti ad ampliare e arricchire la gamma ed i contenuti dei loro corsi;
  • consolidare i legami tra Istituzioni di paesi diversi;
  • permettere agli studenti che non possono partecipare direttamente alla mobilità, di beneficiare di conoscenze e competenze dei i/le docenti di altri paesi europei.

Chi può partecipare alla misura STA

Può beneficiare della misura E+ STA il personale docente dell’Università degli Studi di Catania inquadrato in una delle seguenti qualifiche: 

  • docenti di I fascia; 
  • docenti di II fascia; 
  • ricercatori/trici, anche a tempo determinato; 
  • docenti a contratto (in servizio per l'anno accademico di riferimento del bando). 

I/le docenti potranno proporre candidature per mobilità E+ STA da svolgersi esclusivamente presso istituti ospitanti partner titolari di accordi inter-istituzionali Erasmus+ stipulati con il Dipartimento di afferenza del docente richiedente e in vigore per l'a.a. di riferimento dell'Avviso.

Consulta la lista degli Accordi attivi a.a. 2018-2019 per Dipartimento di afferenza


Attività ammissibili

Le mobilità STA e le relative borse finanziate saranno assegnate esclusivamente per lo svolgimento di un periodo di docenza all’estero nell’ambito di un programma didattico concordato con l’Istituto ospitante descritto nella lettera di invito / accettazione e successivamente esplicitato nello “Staff Mobility for Teaching Mobility Agreement”. Le attività di docenza, ove possibile, dovranno essere proposte nell’ambito di corsi regolarmente integrati nei programmi di studio dell’Istituto ospitante.

Non sono ammissibili mobilità che si sostanziano nella partecipazione a conferenze internazionali o nello svolgimento di attività di ricerca presso l’istituto ospitante.


Periodo di fruizione e durata della mobilità E+ STA

Ciascun docente dovrà specificare il semestre e il periodo nel quale effettuare la mobilità STA, secondo il seguente prospetto temporale:

  • 1° Semestre: assegnazioni di borse per mobilità da realizzarsi dal 1° Ottobre al 31 Marzo;
  • 2° Semestre: assegnazioni di borse per mobilità da realizzarsi dal 1° Aprile al 30 Settembre.

Le attività di docenza ammissibili al finanziamento dovranno concludersi entro e non oltre il 30 Settembre di ogni anno e tutte le spese inerenti la mobilità dovranno essere sostenute entro tale periodo.

Ogni docente non potrà usufruire di finanziamenti per periodi di mobilità superiori ad 1 settimana (7 giorni) incluso il viaggio o utilizzare gli stessi per una sede diversa da quella per la quale ha presentato la propria candidatura (eccetto per cause di forza maggiore).

Schema tipo di articolazione della mobilità:

  • minimo 2 giorni consecutivi di attività didattica (con l’obbligo di svolgere un numero minimo di 8 ore di insegnamento per mobilità);
  • 2 giorni di viaggio (1 di andata e 1 di ritorno).  Per il viaggio di a/r si considerano ammissibili un giorno di viaggio effettuato il giorno immediatamente prima o il giorno stesso dell’inizio delle attività didattiche e lo stesso giorno o il giorno immediatamente dopo la fine delle attività didattiche. 

È fortemente consigliata un’attività didattica che non preveda interruzioni, affinché il contributo accademico offerto risulti efficace per gli studenti. Eccezionali interruzioni della docenza (non soggette a diaria), durante la mobilità, devono essere debitamente motivate e tempestivamente comunicate all’Ufficio Mobilità Internazionale all'indirizzo di posta elettronica mlleotta@unict.it 


Calcolo del contributo della mobilità E+ STA

L’ammontare complessivo del contributo massimo assegnato al docente sarà determinato dalla sommatoria tra il contributo per il supporto individuale (diaria giornaliera) e il contributo per il viaggio.

Il Contributo per il supporto individuale è determinato sulla base della diaria prevista dal programma per il paese di destinazione moltiplicata per i giorni di effettiva permanenza all’estero (incluso il viaggio a/r), indipendentemente dalle spese effettivamente sostenute.

 

Paesi

Diaria giornaliera ammissibile

GRUPPO A

Danimarca, Irlanda, Paesi Bassi, Svezia, Regno Unito

€     128,00

GRUPPO B

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Repubblica ceca, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Liechtenstein, Lussemburgo, Norvegia, Polonia, Romania, Turchia

€     112,00

GRUPPO C

Ex Repubblica Iugoslava di Macedonia, Germania, Lettonia, Malta, Portogallo, Slovacchia, Spagna

€     96,00

GRUPPO D

Croazia, Estonia, Lituania, Slovenia

€     80,00

Il Contributo per il viaggio è calcolato sulla base di scale di costi unitari per fasce di distanza. La fascia chilometrica si riferisce ad una sola tratta del viaggio mentre la tariffa corrispondente copre sia il viaggio di andata che quello di ritorno. La distanza dovrà essere verificata utilizzando esclusivamente lo strumento di calcolo fornito dalla UE e disponibile al seguente indirizzo web:<http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/tools/distance_en.htm>.


Spese eleggibili e modalità di rimborso delle spese sostenute

Con riferimento all’erogazione del finanziamento, si precisa che verranno rimborsate unicamente le spese (spese per pasti, trasporti pubblici urbani ed extra urbani e alloggio) che rientrano tra quelle eleggibili indicate nel documento di seguito riportato.

Consulta il promemoria delle spese eleggibili

Ai fini del rimborso delle spese sostenute si potrà optare per il sistema a piè di lista fino al massimale del contributo assegnato, presentando, al termine della mobilità, un’autocertificazione delle spese sostenute corredata da relativa documentazione fiscale. La documentazione di cui sopra dovrà essere prodotta in lingua italiana per le spese sostenute in sedi diverse da paesi anglofoni e francofoni. Nel caso in cui la documentazione presentata certifichi spese di ammontare inferiore a quello assegnato, il finanziamento sarà decurtato delle somme residue non spese.

Scarica la richiesta di rimborso spese per mobilità all'estero 

Ove il/la beneficiario/a intenda optare, ai fini dell’erogazione dell’importo assegnato, per il sistema forfettario, dovrà preventivamente acquisire la relativa autorizzazione attraverso un’apposita istanza da trasmettere all'UMI almeno 10 giorni prima della partenza. In questo caso, l'importo del contributo, entro i massimali stabiliti dal Programma E+ relativi al Paese di destinazione e definiti in fase di assegnazione delle borse, è da intendersi  come reddito da lavoro dipendente o assimilato ed è quindi assoggettato per la normativa fiscale a tassazione. Allo stato attuale, considerata la normativa italiana vigente, i contributi unitari per il soggiorno e il viaggio previsti dal programma E+ non possono essere considerati esenti da imposizione fiscale.

Non è possibile utilizzare la modalità di rimborso forfettario, neanche parzialmente, se le spese di alloggio sono a carico di altre Istituzioni nazionali, comunitarie o di Stati Esteri.

Scarica l'Istanza preventiva di trattamento forfettario


Modalità di presentazione della candidatura

Per candidarsi alla misura STA, occorre:

1. Individuare l’Istituto ospitante di un Paese aderente al Programma (Programme Country) sulla base degli accordi inter-istituzionali E+ in vigore nel Dipartimento di afferenza per l'a.a. di riferimento dell'Avviso.

Consulta la lista degli Accordi attivi a.a. 2018-2019 per Dipartimento di afferenza

2. Verificare la disponibilità dell’Istituto partner ad ospitare le attività didattiche proposte e ottenere una lettera di invito / accettazione della mobilità E+, che specifichi il periodo e i contenuti della docenza da svolgere all'estero;

Scarica il modello di lettera di invito / accettazione

3. Compilare il modulo di candidatura online, allegando i seguenti documenti obbligatori:

  • lettera di invito/ accettazione dell’Università ospitante (la stessa deve indicare le date e il contenuto del periodo di didattica da svolgere all'estero)
  • nel caso di mobilità di un/a docente non referente di accordo, dovrà essere allegata anche una lettera (anche a mezzo corrispondenza di posta elettronica) attestante la previa informazione del docente referente dell’accordo sulla mobilità programmata; 

Prima della partenza | adempimenti da porre in essere

Entro 15 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie, i/le docenti assegnatari di una borsa di mobilità STA saranno contattati dall’UMI, a mezzo posta elettronica, allo scopo di formalizzare l’accettazione della mobilità, producendo i seguenti documenti:

  • Modulo di accettazione della mobilità

          Scarica il modulo di accettazione della mobilità

  • Accordo finanziario Istituto/Docente (rappresenta il documento con il quale si definiscono i dettagli della mobilità all’estero)

           Scarica l’accordo Istituto/Docente 

  • Teaching Mobility Agreement (il programma di lavoro contenente gli obiettivi, il valore aggiunto, il contenuto della docenza e i risultati attesi, concordato e approvato dall’Istituzione ospitante. Il documento dovrà essere firmato dall’Ateneo ospitante prima della consegna)

            Scarica il Teaching Mobility Agreement

  • L'Istanza preventiva di trattamento forfettario (unicamente per i docenti che hanno optato per il sistema di rimborso forfettario)

           Scarica l'Istanza preventiva di trattamento forfettario

Gli incontri con i docenti per la produzione della documentazione richiesta saranno concordati secondo un calendario di ricevimento a sportello per le mobilità STA.

La mancata produzione dei documenti richiesti all’UMI, entro 30 giorni dalla richiesta da parte dell’UMI di accettazione delle mobilità e produzione del dossier di documentazione, determinerà la rinuncia alla mobilità e lo scorrimento delle borse assegnate secondo l’ordine della graduatoria approvata.


Rinuncia e variazioni della mobilità

In caso di sopravvenuta impossibilità a realizzare la mobilità, il/la docente beneficiario/a è tenuto/a ad informare tempestivamente l’UMI, dichiarando le ragioni che ne hanno impedito l’effettiva realizzazione.

La dichiarazione di rinuncia è redatta secondo il modello sotto riportato e inviata via e-mail all’indirizzo di posta elettronica mlleotta@unict.it, almeno 15 giorni prima dell’inizio della mobilità, pena l’esclusione dai bandi di mobilità i/le docenti per l’anno accademico successivo. I contributi non assegnati a seguito di tali rinunce saranno attribuiti ai/le candidati/e idonei secondo l’ordine della graduatoria approvata.

Scarica il modulo di rinuncia alla mobilità E+ STA 

Eventuali variazioni delle date programmate per la mobilità dovranno essere tempestivamente comunicate all’UMI via e-mail all’indirizzo di posta elettronica mlleotta@unict.it almeno 7 giorni prima della data di partenza prevista.


Modalità di erogazione del contributo e documentazione di fine mobilità

Il rimborso delle spese di viaggio e di soggiorno sarà erogato in un’unica soluzione dietro presentazione all’UMI  (entro i 15 giorni successivi al rientro in sede del/la beneficiario/a) dei documenti che attestano l’avvenuta mobilità, ovvero:

  1. L'attestato di frequenza, firmato e timbrato dall’Istituzione ospitante, relativo all’attività svolta (date di inizio e fine della mobilità, giornate di docenza e numero delle ore di lezione svolte). 
  2. Un rendiconto sintetico delle spese sostenute corredato dai giustificativi delle spese di viaggio e soggiorno (qualora si intenda optare per il sistema di rimborso a piè di lista):
  • scontrini, fatture o ricevute relative ai pasti;
  • fatture oppure ricevute fiscali per le spese di pernottamento;
  • copia del titolo di viaggio e carte di imbarco A/R;
  • biglietto in originale, convalidato per ogni viaggio per gli spostamenti con mezzi pubblici urbani o extraurbani;
  • biglietto in originale, convalidato per ogni viaggio per gli spostamenti con il treno;
  • biglietto in originale, convalidato per ogni viaggio per gli scostamenti con navette da e per aeroporto.

Nel caso in cui siano certificate spese di ammontare inferiore al contributo assegnato, il finanziamento sarà decurtato delle somme residue impegnate e saranno rimborsate unicamente le spese sostenute.

Nel caso in cui siano certificate spese di ammontare superiore al contributo assegnato, saranno rimborsate le somme fino al massimale attribuito in fase di assegnazione.

Se il/la beneficiario/a si sia trattenuto/a oltre il periodo di mobilità concordato, abbia interrotto senza giustificata ragione l’attività didattica o non abbia effettuato lezioni in una data prevista nella settimana di mobilità, le relative spese sostenute non saranno rimborsate.

  1. la richiesta di rimborso forfettario corredata dalla seguente documentazione (esclusivamente per i docenti che hanno preventivamente optato per il sistema di rimborso forfettario):
  •   copia del titolo di viaggio e carte di imbarco A/R.
  • attestato di frequenza firmato e timbrato dall’Istituzione ospitante, relativo all’attività svolta (date di inizio e fine della mobilità, giornate di docenza e numero delle ore di lezione svolte). 
Ultima modifica: 
03/08/2018 - 13:25