Mobilità internazionale

+++ Emergenza Coronavirus +++

Tutti i beneficiari di mobilità internazionale (Programma di Ateneo e Programma MAECI) sono invitati ad attenersi alle disposizioni contenute nei DPCM nazionali adottati per il contenimento del contagio da Covid-19. Fino al termine degli effetti dei citati DPCM e di nuove determinazioni assunte dal governo e dall'ateneo, non sono consentite nuove mobilità in uscita o in entrata nel nostro Paese. Gli studenti e i docenti italiani attualmente in altri Paesi possono contattare Unict per informazioni. Si consiglia anche di seguire le indicazioni fornite dalla Farnesina e presenti alla pagina Viaggiare Sicuri ed eventualmente di contattare le ambasciate e i consolati italiani. Con riferimento all'emergenza Covid-19, si fa presente che all'Università di Catania si è insediata una task force di esperti dell’Ateneo pronta ad adottare a livello territoriale ogni tempestiva misura idonea alla sicurezza e alla salute dei propri studenti e dell’intera comunità accademica.

Le presenti indicazioni redatte dall’Università di Catania sono state elaborate alla luce delle determinazioni delle autorità di governo dell’Ateneo. Si precisa che le stesse potrebbero essere suscettibili di ulteriori variazioni legate alle misure precauzionali assunte nei paesi partner.

Ricevimento al pubblico

A partire dal 30 giugno 2020, tutti gli Uffici dell’Area della Didattica assicurano il ricevimento al pubblico in presenza, su prenotazione online.

Orari
Lunedì: 08:30 - 13:30
Giovedì: 08:30 - 13:30 | 15.00 - 16.45


pupazzi di tante nazionalità con mappamondo (ph Alexas_Fotos da Pixabay)

Indicazioni per gli STUDENTI outgoing visiting - a.a. 2019/20

Di seguito descritte le indicazioni riferite alle categorie di studenti/sse outgoing che usufruiscono dei bandi di mobilità di Ateneo individuate sulla base delle indicazioni del MUR  e delle autorità di governo UniCT e delle segnalazioni trasmesse dai/lle beneficiari/e del programma. Eventuali richieste di prolungamento pervenute all’UMI a partire dalla data del 4 marzo 2020 (data del DPCM con cui viene decretata la sospensione delle attività didattiche nelle università italiane) potranno essere autorizzate, senza copertura finanziaria, soltanto laddove lo studente allegherà alla sua richiesta prova dell’impossibilità di rientrare presso UniCT a causa delle restrizioni di viaggio imposte dalle autorità nazionali del paese di destinazione o di invio. Le stesse indicazioni, relative alla didattica a distanza e al riconoscimento dei sostenimenti/attività svolti all'estero, saranno applicate agli/alle studenti/sse outgoing in mobilità libera nell'ambito del Programma di Mobilità internazionale di Ateneo.

Studente/ssa già in mobilità Visiting

  • studente/ssa che intende rimanere all'estero (clicca qui)
  • studente/ssa che ha interrotto la sua mobilità ed è rientrato/a presso UniCT (clicca qui)
  • studente/ssa che ha interrotto la sua mobilità ed è rimasto/a all’estero (clicca qui)
  • studente/ssa che ha sospeso la sua mobilità ed è rientrato/a presso UniCT (clicca qui)
  • studente/ssa che ha sospeso la sua mobilità ed è rimasto/a all'estero (clicca qui)

Studente/ssa non ancora in mobilità Visiting

  • studente/ssa che intende posticipare la mobilità  o svolgerla in modalità virtuale (clicca qui)
  • mobilità annullata dall'ente ospitante (clicca qui)

Tutte le interruzioni/sospensioni/posticipi “causa di forza maggiore” generate dall’emergenza sanitaria COVID-19 dovranno essere richieste all’Ateneo  utilizzando i moduli in allegato (modulo 1 - mobilità libera) (modulo 2 - studenti outgoing bando DR 36).

Applicazione causa forza maggiore

In tutti i casi sopra descritti, l’applicazione di eventuali cause di forza maggiore dovrà essere autorizzata da UniCT. A seguito di tale autorizzazione o della valutazione dell’ineleggibilità delle spese sostenute, UniCT procederà al recupero della eventuale borsa erogata in eccesso. La documentazione giustificativa, che dimostri l’evidenza dell’impossibilità del rimborso o del recupero delle spese straordinarie sostenute, dovrà obbligatoriamente essere trasmessa all’UMI, contestualmente al modulo di interruzione, che la conserverà nel fascicolo del beneficiario per renderla disponibile in caso di controlli da parte del MUR. Di seguito l’elenco delle tipologie di spesa rispetto alle quali sarà possibile richiedere il rimborso da sottoporre alla valutazione di UniCT: ​

  • biglietti aerei acquistati in fase di emergenza COVID-19, a decorrere dal 4 marzo 2020 (data del DPCM con cui viene decretata la sospensione delle attività didattiche nelle università italiane), utilizzati per ritornare presso UniCT ed eventuali extra per l’imbarco dei bagagli;
  • spese per l’utilizzo di mezzi di trasporto privati per raggiungere l’aeroporto estero in assenza documentata di mezzi pubblici;
  • biglietti aerei acquistati ma non utilizzati (se la compagnia aerea non procede al rimborso);
  • caparra per l’alloggio non goduto (se il proprietario/ente non lo restituisce);
  • spese mediche o farmaceutiche per cure o prodotti acquistati causa prevenzione/cura COVID-19;
  • spese per assicurazioni straordinarie richieste dagli enti ospitanti causa COVID-19;
  • tasse di registrazione o contributi per il diritto allo studio richiesti dalle università estere per periodi non fruiti (se non rimborsati dall’ente ospitante).


Studenti outgoing mobilità future | a.a. 2020/21

I bandi relativi al Programma Visiting saranno regolarmente espletati per mobilità fisiche da realizzarsi nel secondo semestre 2020/21, se le condizioni di contenimento COVID-19 saranno revocate.



Indicazioni per i DOCENTI outgoing visiting durante l'emergenza Covid-19

Nel caso in cui il/la docente non abbia ancora effettuato la sua mobilità libera/concessa con i bandi di dipartimento a.a. 2019/20 può concordare con l’ente ospitante una nuova programmazione temporale che dovrà tener conto del termine ultimo del 30 novembre 2021 per la conclusione delle attività programmate. Si precisa che anche le mobilità totalmente in “distance learning” sono ammissibili.

Nel caso in cui il/la docente non intenda più realizzare la sua mobilità libera/concessa con i bandi di dipartimento a.a. 2019/20 o se la stessa sia stata annullata definitivamente dall’ente ospitante, dovrà darne tempestiva comunicazione al dipartimento (per i bandi dipartimentali) o richiedere all’UMI di annullare la registrazione nella banca dati UniCT (per le mobilità libere nell’ambito del Programma di Mobilità Internazionale di Ateneo).

Nel caso in cui il/la docente intenda usufruire del Programma di Mobilità Internazionale di Ateneo a.a. 2020/21 potrà presentare la sua candidatura nella banca dati UniCT per mobilità fisiche da realizzarsi nel secondo semestre 2020/21, se le condizioni di contenimento COVID-19 saranno revocate. Pertanto, l’inserimento delle richieste nella banca dati UniCT è al momento sospeso fino al 1 ottobre 2020. 


Per maggiori informazioni:
Bandi di mobilita per studio 
Bandi di mobilita per tirocinio
Bandi di mobilità (docenti e ricercatori) 
Programma di Ateneo per la mobilità internazionale

Link utili: 
https://www.crui.it/covid-19.html
http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/coronavirus/coronavirus-de-mich...
https://www.esteri.it/mae/it/sala_stampa/archivionotizie/approfondimenti...

Ricevimento Ufficio Mobilità Internazionale (UMI)
Non verrà effettuato il ricevimento al pubblico in modalità front-office fino alla fine delle misure di contenimento COVID-19. Il servizio verrà, comunque, garantito in modalità “a distanza”:
Cinzia Tutino umi@unict.it  - Giovanna Marletta gmarle@unict.it


L’Università di Catania (Unict) ritiene di fondamentale importanza per il proprio sviluppo il processo di internazionalizzazione della didattica e della ricerca. Pertanto, ha adottato delle linee strategiche volte a migliorare tale processo e aumentare la propria visibilità, reputazione e attrattività che si concretizzano in azioni realizzabili nel breve-medio periodo e in interventi programmati a più lungo raggio.  

Unict, il più antico tra gli atenei italiani del centro-sud ha già avviato efficaci e consolidate collaborazioni con partner sia a livello europeo che extra europeo. La sua posizione geografica è inoltre baricentrica rispetto ai Paesi dell’area del Mediterraneo, verso i quali ha svolto e continua a svolgere una intensa attività di raccordo di notevole potenzialità.

Nella sezione sono presentati i principali programmi di mobilità di ateneo che permettono docenti e studenti incoming e outgoing, di effettuare periodi didattica, ricerca, studio, tirocinio e formazione in università e istituzioni europee ed extra-europee.

Ultima modifica: 
26/06/2020 - 10:15