Isee (per le prestazioni per il diritto universitario)

L'Isee è l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente, viene utilizzato per valutare e confrontare la situazione economica delle famiglie e consente agli utenti di accedere, a condizioni agevolate, a prestazioni sociali o ai servizi di pubblica utilità.

A cosa serve

È in base all'Isee che vengono erogate anche le prestazioni per il diritto allo studio universitario e che viene calcolato quindi l’ammontare del "contributo onnicomprensivo annuale" che ciascuno studente deve pagare per iscriversi all'Università. In assenza del valore Isee, gli studenti vengono infatti collocati nella fascia massima di contribuzione.

Come richiederlo

L'Isee viene rilasciato gratuitamente a tutti gli studenti compilando la "Dichiarazione Sostitutiva Unica" (DSU). L’attestazione può essere richiesta all’Inps online (tramite PIN) oppure tramite le sedi territoriali competenti (Centri di assistenza fiscale, Comuni). Per il rilascio servono mediamente dieci giorni lavorativi, pertanto tutti gli studenti sono invitati a richiedere il calcolo dell’ISEE per le prestazioni per il diritto universitario (ISEE-U) in tempo utile per procedere all’inserimento del Valore nella procedura di iscrizione universitaria.

Confermare il valore Isee

Per consentire all'Ateneo di calcolare l’ammontare del contributo onnicomprensivo annuale, lo studente deve accedere al Portale Studenti e selezionare la voce "Isee".

Attraverso il codice fiscale, il sistema Unict si interfaccia con il Sistema Informativo dell'Inps e verifica automaticamente l'esistenza o meno di un Isee valido per il diritto allo studio universitario.

Se si intende usufruirne, si raccomanda di:

  • autorizzare l'Ateneo ad acquisire i dati contenuti nell'attestazione Isee rilasciata dall'Inps (numero di protocollo, data, valore);
  • verificare la correttezza dei dati (per dichiarazioni Isee non veritiere le sanzioni sono pari al triplo della somma indebitamente non corrisposta) [art.10, comma 3, del D. Lgs. 68/2012];
  • confermare i dati Isee;
Casi particolari
  • Sono esentati dal pagamento del contributo onnicomprensivo annuale (e quindi dall'inserimento del Valore Isee) gli studenti con un’invalidità pari o superiore al 66%, purché presentino domanda al CInAP (il centro servizi d'Ateneo per le Disabilità e i Dsa) entro le scadenze specificate annualmente nella "Guida dello Studente".
  • Per gli studenti non residenti in Italia, il contributo onnicomprensivo annuo è stabilito per tutti in 150 euro, pertanto non occorre produrre l'Isee.

Anno accademico 2019/20

Per l'anno accademico 2019/20, il Valore Isee per le prestazioni per il diritto universitario va inserito nella domanda di iscrizione online entro il 17 dicembre 2019. In assenza del Valore Isee valido, gli studenti vengono collocati nella fascia massima di contribuzione.

Inoltre:

  • gli studenti con Isee fino a 14 mila euro sono esonerati dal pagamento del contributo onnicomprensivo annuale;
  • gli studenti con Isee superiore a 53 mila euro non sono tenuti all’inserimento del Valore Isee.
Dichiarazione di autonomia

Per la corretta determinazione dei livelli di contribuzione universitaria, si ricorda agli studenti che la dichiarazione di autonomia ai fini ISEE-U è subordinata alla presenza concomitante di due requisiti, di seguito elencati:

  • residenza da almeno 2 anni, rispetto alla data di presentazione della domanda di iscrizione per la prima volta a ciascun corso di studio, in un luogo diverso da quello della propria famiglia e non di proprietà di un suo membro;
  • adeguata capacità di reddito derivante da redditi da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarati negli ultimi 2 anni, non inferiori a 6.500 euro annui.
Ultima modifica: 
09/09/2019 - 13:06