VPN

La VPN trasforma una connessione remota o esterna alla rete locale universitaria (ad esempio connessioni modem, ADSL commerciali, reti di altri enti, ecc.) in una connessione virtuale alla rete d’Ateneo, quindi con gli stessi permessi che si hanno all'interno dell'Università.
Ciò consente agli utenti  che si collegano da strutture decentrate non raggiunte dalla Rete d'Ateneo o da casa, oppure usando altre reti (anche quelle private) possono usufruire di servizi quali consultazione banche dati scientifiche, le riviste on-line.
l servizio VPN permette di collegarsi anche da un personal computer non connesso alla rete di Ateneo (ad esempio da casa) in modo sicuro e riconosciuto attraverso un meccanismo di autenticazione, così da garantire che solo gli utenti autorizzati vi possano accedere.
Attivando una VPN (Virtual Private Network) gli utenti che ne fanno richiesta possono quindi essere sempre in Rete d'Ateneo.

Ultima modifica: 
14/03/2019 - 16:31