Smart working: al via corso di perfezionamento su salute e sicurezza dei lavoratori

scrivania Sono aperti i termini per presentare domanda di partecipazione al corso di perfezionamento in “Smart working: salute e sicurezza dei lavoratori”, per l’anno accademico 2020/21, proposto dal Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale di Unict.

Lo smart working è stato uno degli strumenti individuati dal governo come ausilio indispensabile nella realizzazione delle misure di contenimento, nel contesto della pandemia generata dall’emergenza Covid-19. L’esperienza diffusa del lavoro agile, attuata con modalità straordinarie nella “pratica” emergenziale, ha concorso a una notevole diminuzione del rischio di esposizione al virus per una fascia estesa della popolazione, ma ha anche costituito uno scenario nuovo in cui pensare il lavoro, anche in contesti in cui non era ipotizzabile la trasformazione a distanza delle modalità e delle forme dei rapporti di lavoro in relazione a tempo, luogo, strumenti dell’attività lavorativa.

Il corso (10 CFU) si inserisce nell’ottica di analizzare la normativa relativa allo smart working e approfondire i relativi rischi sulla salute riconducibili a tale organizzazione del lavoro.  

Il corso, della durata complessiva di 6 mesi, è rivolto a un massimo di 40 allievi (minimo 15) - laureati di primo livello e magistrale - interessati ad approfondire la tematica. 

Le candidature vanno presentate entro l'11 dicembre 2020 tramite Portale Studenti.

Ultima modifica: 
11/11/2020 - 12:23