Scienze motorie

Anno accademico: 
2019/2020
Tipo di corso: 
laurea
Struttura didattica di riferimento: 
Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche
Accesso: 
programmato locale
Classe: 
L-22 Scienze delle attività motorie e sportive
Lingua in cui si tiene il corso: 
italiano
Sede: 
Catania

IL CORSO DI STUDIO IN BREVE

Il corso di laurea in Scienze motorie si pone l'obiettivo di fare acquisire agli studenti conoscenze scientifiche nei vari campi delle attività motorie dell'uomo, con particolare riguardo alle aree: tecnico-sportiva, preventiva, manageriale ed educativa. Nell'area tecnico-sportiva, vengono acquisite conoscenze fondamentali sulla teoria e i metodi didattici delle varie tipologie di discipline sportive, praticate soprattutto a livello ludico e amatoriale.

Nell'area preventiva vengono acquisite conoscenze per il mantenimento della migliore efficienza fisica lungo l'arco dell'intera vita, in soggetti normali che necessitino di prevenire le patologie correlate alla sedentarietà mediante uno stile di vita attivo e salutare. Nell'area manageriale, si apprendono nozioni di natura giuridico-amministrativa che regolano il mondo delle attività motorie negli ambiti: sportivo, ricreativo, educativo, preventivo e industriale. Nell'area educativa si acquisiscono conoscenze sull'educazione motoria espressivo-comunicativa, valorizzando lo sviluppo delle capacità, delle competenze e dello sviluppo motorio in età evolutiva.

OBIETTIVI FORMATIVI

L'obiettivo di base del corso è quello di fare acquisire agli studenti del cdl in Scienze motorie conoscenze scientifiche nei vari campi delle attività motorie dell'uomo, con particolare riguardo alle aree: biologica, psico-pedagogica, manageriale, biomedica e tecnico-sportiva. 

Il percorso formativo nei tre anni

1° anno - Vengono acquisite le conoscenze essenziali nell'ambito dell'area biologica che, a partire dalle nozioni propedeutiche di fisica, chimica e biochimica, comprenderanno lo studio della biologia e della anatomia umana.
Nell'area manageriale, si apprendono nozioni di natura giuridico-amministrativa che regolano il mondo delle attività motorie e sportive nei diversi scenari.
Il corso di Psicologia riguarda i principali aspetti del ruolo della mente della pratica sportiva e dell'attività motoria nei giovani e negli adulti, nello sport di prestazione o in quello ricreativo/amatoriale.
Inoltre, viene fornito un Corso di lezioni per acquisire o migliorare la conoscenza di lingua inglese, per poter usufruire della letteratura internazionale e poter accedere ad esperienze lavorative o di studio all'estero.

2° anno - Vengono acquisite le necessarie conoscenze sul funzionamento dei vari apparati di per la comprensione della Fisiologia umana. Nell'area preventiva vengono acquisite le conoscenze per il mantenimento della migliore efficienza fisica lungo l'arco dell'intera vita mediante uno stile attivo e salutare.
Nell'area educativa si acquisiscono conoscenze sull'educazione motoria espressivo-comunicativa, valorizzando lo sviluppo delle capacità, delle competenze e dello sviluppo motorio in età evolutiva. 
Nell'area tecnico-sportiva, vengono acquisite conoscenze fondamentali sulla teoria e i metodi didattici degli sport natatori e delle varie tipologie di discipline sportive di squadra.

3° anno - Vengono esplorati gli adattamenti funzionali dell'organismo, potenziati dalle varie tipologie di allenamento.
Nell'area biomedica vengono fornite le basi essenziali sulle patologie di interesse più comune relativi alle attività motorie, curandone anche gli aspetti farmacologici e riabilitative.
Nell'area tecnico-sportiva, vengono acquisite conoscenze fondamentali sulla teoria e i metodi didattici degli sport individuali.

Tali obiettivi vengono raggiunti mediante lezioni frontali ed incontri seminariali interdisciplinari, che stimolino le capacità degli allievi al collegamento longitudinale e trasversale dei contenuti delle varie discipline; tramite studio individuale su libri di testo di livello post-secondario e materiale didattico diverso fornito dai docenti o raccolto autonomamente; mediante dimostrazioni tecnico-pratiche in laboratorio o sul campo ed esercitazioni individuali atte a fare acquisire competenza pratica sui temi oggetto di studio; mediante tirocini formativi presso qualificate strutture di attività motoria preventivo-adattativa, società e club sportivi e aziende collegate col mondo delle scienze motorie; infine, con la realizzazione di un elaborato originale scritto e/o multimediale che dimostri le acquisite capacità dello studente di raccogliere individualmente informazioni nel proprio campo di studio, elaborarle autonomamente in una prospettiva di sintesi multidisciplinare e comunicarle sinteticamente e chiaramente. 

SBOCCHI PROFESSIONALI

Classificazione Istat delle professioni

  • Animatori turistici e professioni assimilate - (3.4.1.3.0)
  • Istruttori di discipline sportive non agonistiche - (3.4.2.4.0)
  • Organizzatori di eventi e di strutture sportive - (3.4.2.5.1)
  • Osservatori sportivi - (3.4.2.5.2)
  • Allenatori e tecnici sportivi - (3.4.2.6.1)