Università di Catania
Seguici su
Cerca

Pausa estiva 2022

Tutte le nostre sedi saranno chiuse dall'11 al 24 agosto. L'Ufficio di Protocollo generale garantirà l'apertura dalle 8 alle 13.

F.O.R.M.A.

Formazione Opportunità e Risorse per Migranti in Agricoltura
Classificazione: 
nazionali
Programma: 
Finanziamenti nazionali
Call / Bando: 
Bando FAMI 2014-2020 Obiettivo Specifico 2 Integrazione/Migrazione legale - Obiettivo Nazionale 2 - Integrazione - lettera i - ter interventi di integrazione socio lavorativa per prevenire e contrastare il caporalato - Autorità Delegata - Caporalato
Settore ERC: 
Social Sciences and Humanities
Ruolo Unict: 
Partner
Durata del progetto in mesi: 
24
Data inizio: 
Martedì, 1 Dicembre 2020
Data fine: 
Venerdì, 31 Dicembre 2021
Costo totale: 
€ 1.843.459,25
Quota Unict: 
€ 33.036,25
Coordinatore: 
Consorzio Kairos s.c.s. (TO)
Responsabile/i per Unict: 
Maurizio Avola
Dipartimenti e strutture coinvolte: 
Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali
Altri partner: 

Liberitutti - Società Cooperativa Sociale S.p.a; Kairos Mestieri; MIGRAZIONI S.C.S. – Impresa Sociale; LA SORGENTE s.c.s.; Iscos Marche Onlus; Jobel Soc. Coop. Soc. ONLUS; Unione Coltivatori Italiani - U.C.I.; Unione dei Comuni delle Valli Argentina e Armea; Società Cooperativa Sociale NAZARETH IMPRESA SOCIALE; Patronato Acli; Comune di Triora; Comune di Cremona; ANOLF LECCO; Comune di Dronero;Fondazione Xenagos; Comune di Racconigi; C.F.L.C Consorzio Formazione Lavoro e Cooperazione Soc. Coop.; Consorzio per la formazione professionale e per l'educazione permanente; Emmanuele società cooperativa; Università degli Studi di Palermo –Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali;

Abstract

Il progetto mira a promuovere l’emersione delle condizioni irregolari di lavoro dei lavoratori stranieri regolarmente presenti sul territorio, impiegati nel lavoro agricolo. Tale finalità viene perseguita sia attraverso la costruzione di relazioni con i dei beneficiari, la loro informazione e la costruzione di percorsi di rafforzamento delle competenze e inserimento lavorativo, sia attraverso la sensibilizzazione delle comunità locali sia a livello generale (azioni rivolte alla cittadinanza), sia in modo mirato su quegli stakeholders territoriali che, se resi consapevoli e partecipi possono attivarsi e mettere in campo risorse per buone pratiche sostenibili di medio-lungo periodo. In termini metodologici, il progetto si basa sul Capacity Building finalizzato all'acquisizione di competenze spendibili sul lavoro e per le comunità locali attiene alla dimensione della consapevolezza e dell'attivazione per il contrasto del lavoro irregolare. Altro asset metodologico è il networking, finalizzato a trarre dalle sperimentazioni i modelli di intervento più efficaci ed efficienti. Outputs: Report del progetto, materiali prodotti per la realizzazione o la documentazione delle azioni. Risultati: attivazione di percorsi di emersione dall'irregolarità lavorativa, inserimenti lavorativi e sviluppo di buone pratiche territoriali. Impatto atteso: maggiore consapevolezza e miglioramento dei servizi per i lavoratori stranieri in agricoltura.