Università di Catania
Seguici su
Cerca

Pausa estiva 2022

Tutte le nostre sedi saranno chiuse dall'11 al 24 agosto. L'Ufficio di Protocollo generale garantirà l'apertura dalle 8 alle 13.

Scienze e tecnologie agrarie

Anno accademico: 
2022/2023
Tipo di corso: 
laurea triennale
Struttura didattica di riferimento: 
Dipartimento di Agricoltura Alimentazione e Ambiente
Accesso: 
non programmato
Classe: 
L25 - Scienze e tecnologie agrarie e forestali
Lingua in cui si tiene il corso: 
italiano
Sede: 
Catania

Il corso di studio in breve

Il corso di laurea in Scienze e Tecnologie agrarie si propone di rispondere alla domanda di nuove competenze e nuove professionalità richieste a seguito dei mutamenti intervenuti nella struttura e nelle dinamiche economico-sociali del sistema agroalimentare nel suo complesso.

 

Obiettivi formativi

Dopo aver acquisito gli adeguati livelli nelle attività formative di base (matematiche, chimiche, fisiche e biologiche), lo studente si confronterà con i saperi fondamentali, che connoteranno il suo profilo professionale e che attengono alle discipline economico-estimative, delle produzioni vegetali e della difesa, degli allevamenti zootecnici, ingegneristiche, della fertilità del suolo.

Il corso intende formare infatti figure in grado di valorizzare e gestire i processi produttivi agricoli; assicurare assistenza tecnica, gestire progetti per l’utilizzazione e la valorizzazione delle risorse agro-ambientali, garantire la gestione sostenibile delle imprese, e la valutazione e la stima di beni fondiari, impianti, mezzi tecnici e prodotti del settore agrario; utilizzare i risultati della ricerca e della sperimentazione e finalizzare le proprie conoscenze alla soluzione dei molteplici problemi applicativi lungo l’intera filiera produttiva delle produzioni vegetali o zootecniche; tutelare la biodiversità; acquisire le informazioni necessarie e valutarne le implicazioni in un contesto produttivo e di mercato per attuare interventi atti a migliorare la qualità, l’efficienza e la sostenibilità ambientale delle produzioni vegetali e zootecniche.

Sbocchi professionali

Il laureato in "Scienze e tecnologie agrarie" può svolgere attività professionale nel settore agricolo e in quello alimentare, in ambito sia pubblico sia privato ed essere ammesso all’esame di Stato per l’iscrizione nella sezione B dell’Albo professionale dei Dottori Agronomi e Forestali, agronomi juniores.

Il laureato può svolgere inoltre mansioni tecniche e gestionali in imprese agricole, imprese produttrici di materiali, macchine e impianti per l’agricoltura, imprese per la trasformazione e/o la distribuzione di prodotti agricoli; può svolgere la professione libera (collaborazione alla progettazione, consulenza, assistenza) orientata agli aspetti produttivi, alla gestione di progetti, alla stima di beni, impianti, mezzi tecnici e prodotti relativi al settore agrario; può assicurare le funzioni tecniche e gestionali in attività connesse alla salvaguardia e allo sviluppo sostenibile dell’ambiente.

Il laureato ha accesso ai ruoli tecnici in istituzioni pubbliche (ministeri, regioni, enti di ricerca e di sviluppo agricolo, consorzi di bonifica), private o imprese; inoltre può trovare impiego in istituzioni pubbliche internazionali che si interessano degli aspetti dello sviluppo agricolo (ONU, UE).

Classificazione Istat delle professioni

  • Tecnici del controllo ambientale - (3.1.8.3.1)
  • Tecnici agronomi - (3.2.2.1.1)
  • Zootecnici - (3.2.2.2.0)