L'Università di Catania per il Giorno della Memoria

Il 27 gennaio del 1945 le truppe sovietiche entrarono ad Auschwitz rivelando al mondo l'orrore dell'Olocausto. Anche l'Ateneo ricorda questa tragica pagina della nostra storia onorando la memoria di Azeglio Bemporad (astronomo, licenziato in seguito alle leggi razziali), Nunzio Di Francesco (partigiano e deportato a Mauthausen) e Carmelo Salanitro (docente di Latino e Greco al Liceo Cutelli di Catania, ucciso in una camera a gas del lager di Mauthausen). 

Ecco le iniziative programmate per venerdì 27 gennaio 2017.

Alle 9:30, nell'aula 70 del Monastero dei Benedettini, sarà proiettato il film di Radu Mihaileanu "Train de Vie". L'incontro, promosso dal dipartimento di Scienze umanistiche, rientra nell'ambito delle attività della cattedra di Filologia Semitica del prof. Fabio Battiato. Alle 11, a Linguaglossa, il prof. Rosario Mangiameli, ordinario di Storia contemporanea al dipartimento di Scienze politiche e sociali, traccerà un ricordo del partigiano catanese Nunzio Di Francesco, sopravvissuto al lager nazista di Mauthausen.

Alle 17, nell'aula magna del Palazzo Centrale, si terrà inoltre la cerimonia di premiazione della quarta edizione del Premio sul Giorno della Memoria, promosso dall'Ersu di Catania e riservato agli studenti dell'Università di Catania. 

Alle 21, l'Auditorium del Monastero si trasformerà per una sera in palcoscenico teatrale con la replica dello spettacolo "Bemporad - La carta del Cielo", scritto da Pamela Toscano che ne ha curato anche la regia insieme a Carlo Ferreri. I due attori, sulle note del maestro Massimiliano Pace, racconteranno la storia di Azeglio Bemporad, illustre matematico e astronomo, docente di Astrofisica e Geodesia per l’Università di Catania e Direttore del Regio Osservatorio di Catania, che ha avuto sede proprio al Monastero dei Benedettini dal 1890 alla seconda metà degli Anni 60. 

Guarda il trailer

 
 
Ultima modifica: 
24/01/2017 - 18:14