I candidati

Salvatore Barbagallo

Nato ad Acireale nel 1956, laureato nel 1981 in Ingegneria idraulica, dal 2001 è ordinario di Idraulica agraria all’Università di Catania. Dal 2002 al 2008 è stato preside della Facoltà di Agraria dell’Università di Catania. Dal 2006 al 2008 presidente della Conferenza nazionale dei Presidi delle Facoltà di Agraria. Direttore della Scuola interuniversitaria siciliana per l’Insegnamento secondario dell’Università di Catania. Nel 2010/11 Dirigente generale del Dipartimento Interventi infrastrutturali per l’Agricoltura della Regione Siciliana. Dal 2017 presidente del Nucleo di Valutazione dell’Ateneo di Catania. Membro del Nucleo di valutazione degli investimenti pubblici del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. 


Vittorio Calabrese

Ha conseguito la laurea in Medicina nel 1984 e la specializzazione in Neurologia nel 1988 all'Università di Catania. Dal 1996 al 2000 ricercatore al Dipartimento di Biochimica della Facoltà di Medicina dell'Università di Catania. Dal 2001 al 2005 professore associato e nel 2006 abilitato per la prima fascia in Biochimica clinica. Dal 2011 ad oggi professore ordinario di Biochimica clinica nella Scuola di Medicina e Chirurgia e attuale Direttore della Scuola di Specializzazione in Patologia clinica e Biochimica clinica, Università di Catania e Università di Messina. È membro dell'Editorial Board di diverse riviste di alto livello. È stato vincitore di progetti con bandi competitivi nazionali (MIUR) e numerosi progetti stranieri. È stato membro della Commissione ASN (05 / E1) del MIUR per l'anno 2013 e 2014. La sua ricerca si concentra su diverse tematiche d’avanguardia e i risultati delle ricerche sono stati riportati in oltre 170 articoli scientifici pubblicati su importanti riviste internazionali. Top italian Scientist, ha un indice di Hirsch di 65.


Agatino Cariola

Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Catania nel 1985, con una dissertazione in Diritto amministrativo sotto la guida del prof. Vittorio Ottaviano. Ha collaborato con le cattedre di Diritto costituzionale della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Catania, e con il prof. Luigi Arcidiacono, che ne ha curato la formazione universitaria. Ha svolto il dottorato di ricerca in Diritto pubblico a Bologna. Dal 1988 è stato ricercatore di Istituzioni di Diritto pubblico a Catanzaro. Ha svolto attività di ricerca al Max Planck-Institut (Heidelberg), alla Yale Law School (New Haven), all'Università Complutense (Madrid), all'Università di Graz e alla Corte Supema di Gerusalemme. Ha insegnato presso le Facoltà di Economia dell'Università di Catania e dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nel 1996 si è trasferito all'Università di Catania dove nel 2002 diventa ordinario di Diritto costituzionale. Nell’ottobre 1996 ha collaborato ai lavori del Comitato di saggi sui rimedi amministrativi per la prevenzione della corruzione, istituito dal Presidente della Camera dei Deputati. Ha tenuto corsi di lezioni presso la Scuola di Diritto europeo ed italiano dell'Università di Varsavia, e presso il Corso internazionale interurniversitario Ius civile dell'Europa Comune, Budapest, 2005-2007.


Francesco Priolo

Nato a Catania il 25 novembre 1961, si è laureato in Fisica con 110/110 e lode nel 1985. Dopo un periodo di ricerca presso i Bell Laboratories di Murray Hill a New York (USA), nel 1991 è entrato in organico all’Università di Catania dove, dal 2001, è professore ordinario di Fisica della Materia e oggi è decano dei fisici. Fondatore (2004) e primo direttore del Centro di Ricerca MATIS confluito poi nel CNR, Presidente della European Materials Research Society (Strasburgo) per il periodo 2009-2011, Fellow della European Academy of Sciences, componente dei panel di selezione dello European Research Council, è presidente del Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nanosistemi e membro di numerosi comitati scientifici ed editoriali. All’Università di Catania è stato membro del Senato accademico, presidente della Commissione Ricerca di Ateneo, membro del Presidio di Qualità, delegato del rettore alle Relazioni internazionali, coordinatore del progetto che ha portato alla fondazione del centro di ricerche dell’Ateneo BRIT e presidente della Scuola Superiore di Catania (2013-2018). Attualmente è direttore del Dipartimento di Fisica e Astronomia “Ettore Majorana”. I principali campi di ricerca riguardano le nanotecnologie e i materiali per l’elettronica, la fotonica, ed il fotovoltaico. In questi campi è autore di oltre 400 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali con oltre 12.000 citazioni e un indice di Hirsch di 52.


Roberto Purrello

Nato a Catania il 12 aprile 1956. Nel 1979 si è laureato in Chimica all’Università di Catania con 110/110 e lode. È l’attuale presidente della Scuola Superiore di Catania, ed è al secondo mandato sia come direttore del Dipartimento di Scienze chimiche (prima elezione nel 2014), sia come rappresentante degli Ordinari di Chimica al Consiglio Universitario Nazionale (CUN, primo mandato nel 2015). Dal 1988 al 1990 lavora al Dipartimento di Chimica della Princeton University (New Jersey, USA) e nel 2000 viene invitato dal Dipartimento di Chimica dell’Università di Davis (Davis, California, USA) come Visiting Professor. Nel 2005 ha vinto la “Lady Davis” Professorship bandita dal Technion - Israel Institute of Technology. Dal 2005 sino ad oggi collabora con il Dipartimento di Chimica della Columbia University (USA). Dal 2011 al 2014 è stato Presidente della Divisione di “Chimica dei sistemi biologici” della Società Chimica Italiana. Nel 2012 è stato componente della commissione di abilitazione scientifica nazionale (ASN) per il SSD CHIM/03 ed è stato cooptato nel Panel di Valutatori (GEV) per l’Area 03 per la VQR 2004-2011. Dal 2013 al 2014 è stato coordinatore del Dottorato internazionale di Ricerca in Scienze chimiche.

Ultima modifica: 
06/08/2019 - 16:19