Scienze geologiche

Anno accademico: 
2017/2018
Tipo di corso: 
laurea
Struttura didattica di riferimento: 
Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali
Accesso: 
non programmato
Classe: 
L-34 Scienze geologiche
Lingua in cui si tiene il corso: 
italiano

IL CORSO DI STUDIO IN BREVE

Il corso di laurea di primo livello in Scienze Geologiche ha lo scopo di preparare laureati capaci di applicare i metodi d’indagine basilari, sul terreno e di laboratorio, ed utilizzare gli opportuni strumenti utili alla conoscenza degli aspetti fondamentali dell’evoluzione del “Sistema Terra”. Obiettivi specifici del corso sono l’acquisizione di conoscenze e abilità da applicare:

  • nella ricostruzione dell’assetto geologico di superficie e di sottosuolo e nella sua rappresentazione;
  • nel monitoraggio degli equilibri naturali del territorio e della sua pericolosità (sismica, vulcanica, geomorfologica);
  • nello studio delle rocce e nella caratterizzazione dei materiali lapidei naturali ed artificiali;
  • nello studio per la realizzazione di grandi opere e per il reperimento delle risorse idriche.

INSEGNAMENTI
I corsi di insegnamento possono prevedere più moduli, ognuno dei quali riferibile ad una diversa tipologia di attività, cui corrisponde un differente peso delle ore di lezione e delle ore di studio autonomo per credito formativo (CFU), riferito all’attività svolta dallo studente, secondo lo schema sotto riportato:

  • attività didattica frontale (F) 1 CFU = 7 ore di lezione + 18 ore di studio autonomo
  • attività di laboratorio od esercitazione (L) 1 CFU = 12 ore di lavoro assistito + 13 ore di studio autonomo
  • attività di terreno ed escursioni (T) 1 CFU = 12 ore di lavoro assistito + 13 ore di studio autonomo (2 cfu = 3 escursioni)

I docenti dovranno garantire a tutti gli studenti frequentanti, per ciascuna delle tipologie dichiarate nel proprio insegnamento, le ore equivalenti di lezione o lavoro assistito, su contenuti culturali pienamente assimilabili dallo studente nelle ore di studio autonomo previsto.

Possono essere considerate discipline a scelta tutti gli insegnamenti impartiti presso l’Università di Catania a condizione che ne sia stato determinato il valore in crediti, prevedano un esame finale con votazione in trentesimi e non abbiano contenuti culturali già oggetto di insegnamenti previsti quali discipline fondamentali nell’ordinamento didattico del corso di laurea.

Il superamento delle discipline per le quali è previsto un esame integrato (E.I.) si realizza mediante esame unico.

L'acquisizione dei crediti correlati alla conoscenza della Lingua Inglese avverrà a seguito di colloquio teso alla relativa verifica.

INDIRIZZI UTILI
La Presidenza e la Segreteria del Corso di Laurea hanno sede presso la Sezione di Scienze della Terra del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali, C.so Italia, 55 - 95129 Catania.

L’attività didattica è svolta nella stessa sede. Informazioni sui calendari delle lezioni, sul calendario degli esami, gli avvisi e notizie inerenti il corso di laurea possono essere reperiti presso la bacheca del Dipartimento oppure sul sito web del corso di laurea: www.dipbiogeo.unict.it/sgt

Presidente: Prof. Rosolino Cirrincione - tel. 095 7195601 - r.cirrincione@unict.it
Referente per i Servizi Didattici del Corso di Laurea: sig.ra Cristina Ursino - tel. 095 7195787

OBIETTIVI FORMATIVI

I laureati nel corso di laurea in Scienze Geologiche devono possedere, in applicazione a quanto previsto dai decreti istitutivi della classe L-34, i seguenti requisiti di conoscenza:

  • le conoscenze fondamentali nelle discipline matematiche, fisiche e chimiche, utili alla comprensione dei principali aspetti qualitativi e quantitativi che regolano i processi geologici endogeni ed esogeni, integrate da riferimenti anche alle loro applicazioni elementari;
  • conoscenze ed abilità di base in campo informatico utile alla comunicazione e rappresentazione di dati territoriali;
  • conoscenze fondamentali nei diversi settori delle Scienze della Terra utili per la comprensione degli aspetti teorici connessi ai differenti processi evolutivi del Pianeta, finalizzate all'acquisizione della capacità autonoma di ricostruzione degli eventi geologici, a partire dall'analisi di dati elementari;
  • capacità di raccolta di dati di laboratorio e di terreno, negli ambiti geologico-paleontologico, geomorfologico, minero-petrografico e geofisico, integrata dalla conoscenza dei principali metodi di indagine, in laboratorio e sul terreno, nei diversi settori di applicazione delle Scienze Geologiche.

Sulla base di queste premesse, l'ordinamento didattico è formulato nella modalità "ad intervalli di cfu" che sono stati applicati sia agli ambiti caratterizzanti, per un totale oscillante tra 57 e 138, che negli ambiti affiniintegrativi, per un totale di cfu oscillante tra 18 e 24, nell'ottica di consentire la possibilità di attivare, nel tempo o in contemporanea, indirizzi di studio diversi che possano spaziare da un indirizzo di tipo culturale di base, a beneficio degli studenti che intendono intraprendere la propria carriera con prospettive di impiego nel campo della ricerca scientifica o della specializzazione su un determinato ambito disciplinare, ad un indirizzo di tipo professionalizzante, con una offerta formativa che comprenda approfondimenti su più ambiti applicativi della geologia e di discipline affini. L'ambito affine ed integrativo, include i settori applicativi delle Scienze Geologiche, alcuni settori applicativi nei campi disciplinari della fisica, chimica e matematica, nonché settori integrativi nel campo dell'ingegneria e dell'idraulica-forestale.

A garanzia del conseguimento dei risultati di apprendimento ritenuti indispensabili, comuni a tutti gli indirizzi che si intende attivare, ciascun curriculum dovrà necessariamente condividere con tutti gli altri i seguenti cfu così distribuiti:

  • 24 cfu delle Attività di Base vincolati sugli ambiti disciplinari matematico, fisico, informatico e chimico;
  • Almeno 9 cfu, tra quelli inseriti nelle Attività di Base e Caratterizzanti, su ciascuno dei seguenti s.s.d.: GEO/01; GEO/02; GEO/03; GEO/08;
  • Almeno 27 cfu tra quelli inseriti nelle Attività di Base e Caratterizzanti da distribuire tra i s.s.d. GEO/06, GEO/07 e GEO/09;
  • Almeno 12 cfu da distribuire tra i s.s.d. GEO/04 e GEO/05;
  • Almeno 15 cfu da distribuire tra i s.s.d. GEO/10 e GEO/11;
  • 9 cfu, tra quelli inseriti nelle attività affini o integrative, da distribuire equamente a integrazioni applicative di matematica, fisica e chimica.
  • 18 cfu vincolati sulle Altre attività.

Per ciascun indirizzo dovrà essere previsto un congruo numero di crediti, almeno 30, destinate ad attività pratiche. Ulteriori approfondimenti di specifici aspetti applicativi connessi all'ambito professionale può essere garantito dall'attivazione di 3 insegnamenti sui settori geologici inseriti tra le Attività affini o integrative Il percorso formativo prevede, oltre alla conoscenza di una lingua straniera, anche attività inerenti la prova finale e attività mirate all'acquisizione di ulteriori abilità linguistiche. Per quanto riguarda il riconoscimento delle conoscenze e delle abilità professionali certificate individualmente o maturate in attività formative postsecondarie (Art. 4, comma 3 del DM 16 Marzo 2007), partendo dal presupposto che si riferisca a conoscenze maturate in ambito applicativo/professionale, viene fissato un massimo pari al numero di crediti a scelta più il numero di crediti dell'ambito integrativo applicativo eccedente il minimo ministeriale.

SBOCCHI PROFESSIONALI

  • Tecnici geologici - (3.1.1.1.1)
  • Tecnici minerari - (3.1.3.2.2)
  • Tecnici del controllo ambientale - (3.1.8.3.1)