Programma europeo "Rights Equality and Citizenship" per la tutela dei diritti umani

Sono aperte due call nell'ambito del programma REC - Rights Equality and Citizenship, il programma comunitario finalizzato alla promozione e protezione dell'uguaglianza e dei diritti delle persone, sanciti dalle convenzioni internazionali sui diritti umani:

La prima call, "Capacity-building in the area of rights of the child", finanzia progetti che supportano lo sviluppo delle capacità dei professionisti che lavorano nell’ambito dei diritti e della protezione dei bambini. Le attività di progetto dovranno focalizzarsi nel costruire un meccanismo nazionale o regionale che supporti la crescita ed un sostegno alternativo ai bambini e dovrebbero comprendere una loro forte partecipazione.
Le attività di progetto potranno includere: apprendimento reciproco, scambio di buone prassi, cooperazione; progettazione e implementazione di protocolli, sviluppo di metodi di lavoro che potranno essere trasferiti ad altre regioni o ad altri paesi; sviluppo delle capacità e formazione dei professionisti che operano nel settore della protezione dei bambini.
I progetti di questa call possono essere sia nazionali che transnazionali e devono avere un numero minimo di due partecipanti (sia enti pubblici che privati, collocati in uno dei paesi che aderiscono al programma).

La seconda call "Improve the inclusion of mobile EU citizens and their political and societal participation", intende supportare gli sforzi degli stati membri nel fronteggiare le crescenti sfide della mobilità interna e allo stesso tempo promuovere e facilitare l’effettivo utilizzo del diritto di movimento dei cittadini dell’Ue e dei membri delle loro famiglie. Le attività di progetto devono rafforzare l’inclusione e la partecipazione dei cittadini Ue in mobilità e dei membri delle loro famiglie nella vita politica e civica del paese ospitante e la loro partecipazione nella vita democratica dell’Unione. Le attività di progetto potranno includere: sviluppo, scambio e disseminazione delle best practices; politiche di inclusione / best practices che tengano conto anche delle diverse esigenze dei cittadini europei; iniziative che rafforzino e supportino l’impegno nel dibattito pubblico e la partecipazione alle elezioni locali ed europee, compresi i giovani e i cittadini che vivono in paese diverso dal loro. I progetti dovranno essere transnazionali e coinvolgere almeno due organizzazioni (enti pubblici o privati) stabiliti in uno dei paesi aderenti al programma.
Per entrambi i topic la richiesta di finanziamento non può essere inferiore a 75 mila euro. Le domande vanno presentate entro le 17 del 29 giugno 2017.

 

Ultima modifica: 
11/05/2017 - 10:49