Una nuova piattaforma dei servizi integrati di biblioteca, l’Ateneo adotta Sierra

Si chiama Sierra la nuova piattaforma dei servizi integrati di biblioteca dell’Università di Catania. L’introduzione della nuova piattaforma si è resa necessaria a seguito delle continue innovazioni tecnologiche e biblioteconomiche, che hanno spinto a superare il vecchio sistema Millennium, di cui l’Università di Catania si era dotata nel 2001. La nuova piattaforma permette il passaggio ad una gestione univoca e integrata di tutte le funzioni legate alle attività di biblioteca, contribuendo in maniera decisiva ad ordinare e armonizzare il Sistema Bibliotecario d’Ateneo (SBA). Il travaso dei dati dalla vecchia alla nuova piattaforma si concluderà il prossimo 27 marzo.

Avvalendosi di una moderna tecnologia, Sierra consentirà di snellire le procedure di biblioteca incorporando in un unico sistema la gestione di risorse elettroniche, digitali e a stampa. Il nuovo software gestionale, inoltre, aumenta e implementa quegli strumenti analitici che consentono di raccogliere e analizzare diverse tipologie di dati, utili allo staff di biblioteca per monitorare il lavoro svolto e prendere decisioni finalizzate al raggiungimento degli obiettivi di performance stabiliti, fondamentali per la valutazione di un ateneo.

Sierra, inoltre, si avvale di un database open source basato sul linguaggio PostgreSQL che consente qualsiasi tipo di interrogazione e di report; presenta un’unica interfaccia web bilingue (italiano, inglese) attraverso cui gli utenti hanno accesso facile e veloce a tutte le funzioni senza, pertanto, la necessità di utilizzare specifiche applicazioni (client).

Il prodotto ha un modulo dedicato alle risorse elettroniche con funzionalità integrate quale, per esempio, quella di consentire all’utente di passare dall’ordine (con i relativi fornitori) alla gestione dei periodici in scadenza. Tra le altre innovazioni spicca la prenotazione automatica del prestito, che si potrà attuare sia in modalità web che più tradizionalmente presso le biblioteche.

Attraverso flussi di lavoro integrati e snelli e grazie ad un potente strumento di reporting, la nuova piattaforma Sierra è adatta alle specifiche esigenze della realtà bibliotecaria accademica e certamente contribuirà a migliorare ulteriormente la qualità dei servizi bibliotecari erogati.

Per agevolare l’adozione del nuovo sistema, il Centro Biblioteche e Documentazione (CBD) effettuerà incontri di  presentazione e formazione nei vari dipartimenti dell’Ateneo sulle caratteristiche e potenzialità del prodotto. Il primo incontro, riservato ai Responsabili ed ai Vice-responsabili di ciascuna struttura, si terrà venerdì 24 marzo.

Ultima modifica: 
27/03/2017 - 09:32