Giurisprudenza tra i dipartimenti di eccellenza

Il dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Catania è stato inserito nella graduatoria dei dipartimenti di eccellenza recentemente elaborata dall’Anvur, l’Agenzia nazionale per la valutazione dell’Università e della Ricerca, che tiene conto della produttività scientifica dei docenti e dei ricercatori misurata attraverso l’indicatore standardizzato di performance dipartimentale (Ispd), e adesso potrà concorrere per ottenere dal Ministero dell’istruzione dei finanziamenti specifici per lo sviluppo di progetti di ricerca quinquennali.

“Catania è presente nella graduatoria generale anche con il dipartimento di Economia e Impresa – osserva il rettore Francesco Basile, esprimendo soddisfazione per la notizia -, e ciò testimonia che, nonostante le difficoltà tipiche degli atenei del Sud, Catania si attesta in una posizione di evidenza soprattutto in ambito regionale”.

“Siamo al primo posto tra i dipartimenti giuridici ex aequo con Bologna, Ferrara, Firenze e Verona – precisa il prof. Roberto Pennisi, direttore del dipartimento di Giurisprudenza - ma anche al vertice della graduatoria generale. Siamo certamente soddisfatti, ma questo dato rappresenta innanzitutto uno stimolo ad andare avanti e a presentare un progetto competitivo, che preveda anche investimenti per la ricerca e attività didattiche di elevata qualificazione, in particolare per gli studenti più meritevoli”.

"Il risultato – spiega la prof.ssa Michela Cavallaro, direttore del dipartimento di Economia e Impresa - è il frutto dell'impegno profuso negli ultimi anni dai docenti del dipartimento sul fronte della qualità e dell'internazionalizzazione della ricerca e rappresenta solo il punto di partenza di un percorso di crescita che, se supportato da risorse adeguate, non tarderà a produrre effetti favorevoli sul futuro dei nostri giovani”.

Il dato è particolarmente importante per l’Ateneo di Catania anche alla luce dei risultati complessivi ottenuti dalle università siciliane: in graduatoria, infatti, è stato inserito solo un altro dipartimento appartenente all’Università di Palermo.

Ultima modifica: 
25/05/2017 - 10:02