Tirocini liberi

Tirocini curriculari all'estero

Il tirocinio curriculare all'estero è finalizzato all’elaborazione della tesi di laurea o a un progetto formativo mirato a integrare il processo di apprendimento e formazione dello studente.
Il tirocinio consente il riconoscimento di crediti formativi previa valutazione e approvazione da parte della struttura didattica competente.
Per i tirocini curriculari non è prevista alcuna corresponsione di indennità.


Tirocini extra-curriculari all'estero

Il tirocinio extra curriculare può essere svolto dai neo-laureati presso enti pubblici o privati esteri ed è finalizzato all’acquisizione di competenze mediante una concreta esperienza lavorativa che, tuttavia, non determina un rapporto lavorativo.
L’ente ospitante deve corrispondere al tirocinante un’indennità non inferiore a € 300/00 lordi mensili al raggiungimento del 70% mensile del percorso formativo. La previsione dell’indennità di partecipazione e il suo esatto ammontare mensile devono costituire oggetto di apposita clausola all’interno della convenzione.


NB: Il docente universitario che avesse intenzione di attivare una convenzione generica finalizzata a instaurare una collaborazione con un ente pubblico o privato straniero, deve contattare il soggetto ospitante, trasmettere il modello di convenzione generica in triplice copia e acquisirne la firma. Successivamente deve far deliberare il documento al proprio Consiglio di Dipartimento. Infine deve consegnare la convenzione e la relativa delibera all'Ufficio Mobilità Internazionale (UMI) che istruirà la pratica ai fini della sottoscrizione da parte del Rettore.

Ultima modifica: 
29/11/2017 - 09:54