Contributi straordinari, riaperti i termini di presentazione delle richieste

Sono stati nuovamente riaperti i termini di presentazione delle richieste di concessione del contributo straordinario per studenti in condizioni economiche disagiate. La commissione nominata per valutare le istanze presentate ha infatti attribuito i relativi sussidi e, avendo accertato che il fondo destinato al sostegno di studenti in condizioni di dichiarato stato di bisogno economico per l'a.a. 2016/17 presenta delle somme residue non assegnate ha stabilito la terza riapertura del bando.

Il fondo è riservato agli studenti regolarmente iscritti per il rimborso delle tasse e dei contributi dovuti per l'immatricolazione o per l'iscrizione che si trovano in situazioni di disagio economico, dovuto all'improvviso verificarsi di eventi tali da apportare una sostanziale modifica alla situazione economica familiare e compromettere il proseguimento degli studi. 

Per verificare se si è assegnatari, basta accedere alla procedura di visualizzazione dei mandati di pagamento online attraverso la quale è possibile visionare l’importo e gli estremi del pagamento.

Le domande, redatte su apposito modulo, dovranno essere presentate all'Ufficio diritto allo studio entro le ore 12:30 del 29 settembre 2017.

Ultima modifica: 
28/08/2017 - 11:21

LEGGI ANCHE

Pubblicati i bandi per attività di supporto negli uffici e nelle strutture di didattica e di ricerca dell’Ateneo e per l'assistenza nell'attività didattica di studenti disabili o con Dsa. Domande entro il 16 dicembre

La nuova scadenza per le presentazione delle richieste di concessione del contributo straordinario per studenti in condizioni economiche disagiate è fissata alle ore 12:30 del 28 aprile

La nuova scadenza di presentazione delle richieste di concessione del contributo per studenti in condizioni economiche disagiate è fissata alle ore 12:30 del 30 giugno

Le domande di contributo straordinario vanno consegnate all'Ufficio diritto allo studio entro il 2 ottobre

Pubblicata la graduatoria. I beneficiari possono visionare online l’importo e gli estremi del pagamento