Pianificazione e tutela del territorio e del paesaggio

Anno accademico: 
2017/2018
Tipo di corso: 
laurea
Struttura didattica di riferimento: 
Dipartimento di Agricoltura Alimentazione e Ambiente
Accesso: 
programmato locale
Classe: 
L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale
Lingua in cui si tiene il corso: 
italiano

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso di laurea ha un profilo formativo orientato a fornire e costruire conoscenze generali e specifiche competenze teoriche, critico-interpretative e professionali idonee alla corretta e sostenibile gestione e pianificazione del territorio e del paesaggio, con specifico riferimento allo spazio rurale e extra-urbano, alle aree naturali e a verde pubblico e privato, e all'ambiente.

Inoltre, il percorso formativo presterà particolare attenzione alla tutela e riassetto del territorio, alla prevenzione dei dissesti idrogeologici e alla difesa delle risorse naturali, acqua e suolo, dalle fonti di inquinamento e dal sovrasfruttamento a fini antropici.

Il percorso formativo è quindi caratterizzato da una forte multidisciplinarietà che consentirà ai laureati di:

  • conoscere e interpretare la natura e l'evoluzione del territorio, anche con riferimento alle caratteristiche socio-economiche che lo caratterizzano;
  • conoscere le associazioni vegetali che maggiormente caratterizzano il territorio e il paesaggio mediterraneo;
  • conoscere e sapere gestire gli ecosistemi naturali, gli agro-ecosistemi con spiccata vocazione ambientale e paesaggistica e gli spazi a verde pubblici e privati;
  • conoscere le tecniche di pianificazione territoriale e paesaggistica, nonché la normativa e gli strumenti tecnici per la progettazione di assetti infrastrutturali;
  • conoscere gli strumenti per il governo e lo sviluppo sostenibile del territorio e dell'ambiente e per valutare gli effetti della pianificazione, della progettazione e della gestione sulle risorse territoriali e ambientali e sapere analizzare e comprendere i processi di trasformazione intervenuti nell'uso del suolo, nell'ambiente e nel paesaggio rurale;
  • conoscere l'idrologia e sapere gestire le manifestazioni di dissesto idrogeologico del territorio agroforestale;
  • conoscere e sapere applicare gli strumenti della moderna geomatica per l'analisi e la rappresentazione cartografica del territorio e dell'ambiente;
  • conoscere le metodologie e le tecniche per una corretta e sostenibile gestione delle risorse idriche e tutela dei corpi idrici dalle fonti di inquinamento puntuali e diffuse;
  • conoscere gli strumenti e le tecniche per il recupero e la valorizzazione degli edifici rurali e per i nuovi inserimenti edili con caratteristiche eco-sostenibili;
  • conoscere le tecnologie, le macchine e gli impianti per la gestione del territorio e per la produzione sostenibile di energia.

L'articolazione del corso di laurea prevede un primo gruppo di discipline di base, un secondo gruppo di discipline di tipo caratterizzante e un terzo gruppo di discipline affini che completano la formazione dello studente, per un totale di 146 CFU.

Il percorso formativo è articolato in un'ampia base di Insegnamenti comuni (96 crediti) e due Curricula (50 crediti) denominati rispettivamente: Pianificazione del paesaggio e Tutela e valorizzazione del territorio. Nell'ambito delle “ Altre attività” (34 crediti), l'ordinamento didattico prevede, 12 CFU per attività formative autonomamente scelte, 6 CFU per attività formative dirette alla preparazione della prova finale, 5 CFU per la conoscenza della lingua straniera (inglese) e 11 CFU per ulteriori attività formative (informatica e disegno automatico, tirocinio formativo e di orientamento, altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro).

Il corso può quindi essere suddiviso in tre aree principali di apprendimento: area degli insegnamenti comuni, area del curriculum Pianificazione del paesaggio ed area del curriculum Tutela e valorizzazione del territorio. La prima area rappresenta la base comune ai due percorsi professionali individuati, la seconda qualifica le conoscenze dello studente che seguirà il profilo professionale orientato alla Pianificazione paesaggistica e alla gestione delle aree a verde, mentre la terza area caratterizza il percorso professionale maggiormente orientato verso la tutela dell'ambiente dai dissesti e dall'inquinamento e la promozione del territorio.

Le attività didattiche sono basate su lezioni ed esercitazioni integrate da attività di laboratorio, sullo svolgimento di un tirocinio pratico-applicativo, su viaggi di studio e seminari, sono finalizzate ad arricchire il bagaglio professionale degli studenti, per un totale di 180 crediti formativi universitari.

A ogni studente è assegnato all'atto dell'immatricolazione, un tutor appartenente al corpo docente, al quale potrà rivolgersi, durante tutto il percorso formativo, per un orientamento di tipo organizzativo e culturale. Per i corsi integrati è indicato il docente responsabile cui lo studente potrà rivolgersi per risolvere eventuali difficoltà di apprendimento e reperimento del materiale di studio.

SBOCCHI PROFESSIONALI

  • Tecnici delle costruzioni civili e professioni assimilate - (3.1.3.5.0)
  • Tecnici del controllo ambientale - (3.1.8.3.1)
  • Tecnici agronomi - (3.2.2.1.1)