Ingegneria civile e ambientale

Anno accademico: 
2017/2018
Tipo di corso: 
laurea
Struttura didattica di riferimento: 
Dipartimento di Ingegneria civile e architettura
Accesso: 
non programmato
Classe: 
L-7 Ingegneria civile e ambientale
Lingua in cui si tiene il corso: 
italiano

IL CORSO DI STUDIO IN BREVE

Il primo anno del corso di studi in Ingegneria Civile e Ambientale, comune a tutti i Corsi di Laurea in Ingegneria dell'Università di Catania, fornisce le conoscenze di base atte a conseguire un comune linguaggio scientifico negli ambiti delle scienze matematiche e fisiche, dell'informatica, della chimica e l'acquisizione delle conoscenze linguistiche di base. Sono inoltre forniti principi di base dell'economia applicata all'ingegneria.

Il secondo anno approfondisce le conoscenze di base nell'ambito delle scienze matematiche, fisiche e chimiche e fornisce un primo livello di competenze negli ambiti dell'Ingegneria civile e dell'Ingegneria ambientale.

Il terzo anno approfondisce le conoscenze tecnico-professionali, costruendo un secondo livello di competenze negli ambiti dell'Ingegneria civile, dell'Ingegneria ambientale e del territorio e dell'Ingegneria della sicurezza e protezione civile.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso di Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale ha come finalità quella di fornire tecniche e strumenti di base utili per affrontare i problemi relativi all'analisi, alla progettazione e alla gestione:

  • delle costruzioni e delle infrastrutture, con particolare riferimento alla modellazione dei terreni e delle opere di ingegneria che interagiscono con essi, alle opere di raccolta, utilizzazione e distribuzione delle acque, alle opere di difesa idraulica, alle strutture portanti delle costruzioni civili e industriali e al sistema delle infrastrutture viarie e dei trasporti;
  • dei sistemi ambientali e territoriali con particolare riferimento alla depurazione ed al disinquinamento, alla prevenzione e al controllo di disastri di origine naturale ed antropica e di impatti della tecnologia sulla salute collettiva e sulla qualità della vita in generale, alla razionale utilizzazione delle materie prime e delle risorse ambientali, geologiche ed energetiche.

Il profilo formativo dell'ingegnere civile e ambientale richiede conoscenze trasversali comuni tra i campi di specializzazione dell'ingegneria civile e dell'ingegneria ambientale, creando in tal modo una figura professionale flessibile.

In relazione alle finalità sopraddette obiettivi primari del percorso formativo sono l'acquisizione delle conoscenze di base teoriche e delle immediate applicazioni relative alle discipline dell'ingegneria civile e ambientale, con la finalità di offrire al laureato un'adeguata padronanza dei metodi e dei contenuti scientifici e tecnici generali, per consentire successive possibilità di sviluppo e di approfondimento delle conoscenze a livello universitario o nel contesto produttivo.

Il percorso di formazione in Ingegneria Civile e Ambientale si articola in tre anni con un piano ufficiale degli studi comprendente 19 esami su altrettante discipline per un totale di 180 CFU più 15 CFU aggiuntivi per insegnamenti a scelta dello studente. Il primo anno è indirizzato a fornire le conoscenze di base negli ambiti delle scienze matematiche , fisiche, dell'informatica, della chimica e dell'economia. Negli anni successivi tali conoscenze sono approfondite ed arricchite da insegnamenti caratterizzanti nell'ambito dell'ingegneria civile, dell'Ingegneria ambientale e del territorio e dell'Ingegneria della sicurezza e protezione civile.

SBOCCHI PROFESSIONALI

  • Tecnici delle costruzioni civili e professioni assimilate - (3.1.3.5.0)
  • Tecnici del risparmio energetico e delle energie rinnovabili - (3.1.3.6.0)
  • Tecnici dell'esercizio di reti idriche e di altri fluidi - (3.1.4.2.2)
  • Tecnici del controllo ambientale - (3.1.8.3.1)
  • Tecnici della raccolta e trattamento dei rifiuti e della bonifica ambientale - (3.1.8.3.2)