Finanza aziendale

Anno accademico: 
2017/2018
Tipo di corso: 
laurea magistrale
Struttura didattica di riferimento: 
Dipartimento di Economia e Impresa
Accesso: 
non programmato
Classe: 
LM-77 Scienze economico-aziendali
Lingua in cui si tiene il corso: 
italiano e inglese

IL CORSO DI STUDIO IN BREVE

Il corso di laurea magistrale in Finanza aziendale si propone di formare laureati con specifiche competenze finanziarie, frutto di un'elevata ed organica preparazione specifica e multidisciplinare (economica, aziendale, matematica, statistica, giuridica) che li renda in grado di gestire efficacemente nelle imprese operanti in tutti i settori le complesse interazioni esistenti tra processi strategici ed imprenditoriali e problematiche finanziarie. Particolare rilievo è dato alla gestione dei rischi finanziari, alla comprensione del funzionamento dei mercati e delle politiche economiche, e alla conoscenza approfondita delle specificità delle imprese bancarie, finanziarie e assicuratrici.

Le figure professionali, destinate ad operare all'interno dell'impresa o a supporto della sua attività, che il corso si propone di formare, conoscono a fondo la struttura e le funzioni dei mercati finanziari, le politiche che possono regolarli , il ruolo degli intermediari bancari, non bancari, finanziari ed assicurativi, gli strumenti sia tradizionali che innovativi della finanza con le loro peculiari caratteristiche tecniche ed i precipui profili di rischio. Essi saranno pertanto capaci di prendere le decisioni più opportune affinché le imprese possano utilizzare correttamente anche tali strumenti, ruolo sempre più richiesto dal mercato del lavoro.

Accanto alle indispensabili nozioni teoriche, opportunamente formalizzate, il progetto formativo e la metodologia didattica mirano anche all'acquisizione di adeguate competenze professionali e di concrete capacità operative su tutte le tematiche trattate nel percorso formativo ed in particolare al possesso di un'elevata padronanza degli strumenti analitici e concettuali e di programmazione economico-finanziaria, anche al fine di poter applicare efficacemente nel mondo del lavoro i modelli ed i metodi studiati.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso di laurea magistrale in Finanza aziendale è un corso di laurea avanzato che costituisce il completamento e l'ulteriore approfondimento della preparazione acquisita nelle lauree triennali delle classi di Scienze dell'economia e della gestione aziendale (L-18) e di Scienze economiche (L-33).

L'obiettivo primario è di formare laureati con elevata ed organica preparazione peculiare e multidisciplinare (aziendale, economica, matematica, statistica, giuridica) che li renda in grado di governare nelle imprese di tutti i settori produttivi l'interazione critica esistente tra processi strategici ed imprenditoriali e circuiti finanziari ed assicurativi, con particolare riguardo alla gestione dei rischi finanziari, e che fornisca loro una conoscenza approfondita delle specificità delle aziende finanziarie ed assicuratrici.

Le figure professionali, destinate ad operare all'interno dell'impresa o a supporto della sua attività, che il corso si propone di formare, conoscono a fondo la struttura e le funzioni del mercato dei capitali, il ruolo degli intermediari finanziari bancari, non bancari ed assicurativi, le peculiari caratteristiche tecniche ed i profili di rischio dei prodotti e dei servizi offerti, gli strumenti sia tradizionali che innovativi della finanza. Esse saranno pertanto capaci di prendere le decisioni più opportune affinché le aziende possano utilizzare efficacemente tali strumenti per le finalità propostesi, ruolo sempre più richiesto dal mercato del lavoro.

Tutto il progetto formativo e la metodologia didattica considerano, quindi, di particolare rilievo anche l'acquisizione di concrete capacità operative su tutte le tematiche presenti nel percorso formativo ed in particolare il possesso di un'elevata padronanza degli strumenti quantitativi e di programmazione economico-finanziaria.
Pertanto, il laureato magistrale in Finanza aziendale: possiede un'approfondita conoscenza in ambito economico-aziendale, matematico, statistico e giuridico, ottenuta attraverso la combinazione di discipline, di strumenti didattici, di tipologie di attività formative, di modalità di apprendimento e di acquisizione di capacità logico-deduttive che gli permetta di affrontare le problematiche aziendali nella prospettiva integrata propria delle direzioni aziendali e della programmazione e gestione del cambiamento; acquisisce le approfondite conoscenze sopra richiamate anche tramite l'uso delle metodologie e delle tecniche della formalizzazione analitica e della prospettiva internazionale e interculturale, anche al fine di essere in grado di costruire autonomamente precipui modelli; acquisisce le metodologie, i saperi e le abilità necessarie per poter ricoprire posizioni di responsabilità nell'amministrazione e nel governo delle aziende, nonché per svolgere le libere professioni nell'area economica ed aziendale; è in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre all'Italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari specifici.

Le modalità di verifica delle conoscenze sono in buona misura affidate a esami orali e/o ad elaborati scritti, disciplinati dal regolamento del corso di studio. Il percorso didattico prevede il superamento di dodici esami nell'arco di due anni accademici. Il regolamento del corso di studio e il manifesto degli studi indicano gli insegnamenti impartiti e la loro distribuzione per ciascuno dei due anni curriculari e dei semestri all'interno dei singoli anni. Il percorso risultante non ha carattere obbligatorio, anche se è vivamente consigliato agli studenti di attenersi ad esso. A livello di singoli insegnamenti, ogni aspetto relativo alla didattica (obiettivi e descrizione del corso, contenuti dell'insegnamento, risorse, materiale didattico - testi, articoli, casi, report - approccio all'insegnamento, tipo di impegno richiesto agli studenti, calendario delle lezioni, modalità e frequenza di valutazione dello studente, valutazione del docente da parte dello studente, tipologia strumenti didattici, ecc.) è specificato nel relativo Syllabus. 

SBOCCHI PROFESSIONALI

  • Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private - (2.5.1.2.0)
  • Specialisti dell'organizzazione del lavoro - (2.5.1.3.2)
  • Specialisti in contabilità - (2.5.1.4.1)
  • Specialisti in attività finanziarie - (2.5.1.4.3)
  • Specialisti nell'acquisizione di beni e servizi - (2.5.1.5.1)
  • Specialisti dei sistemi economici - (2.5.3.1.1)
  • Specialisti dell'economia aziendale - (2.5.3.1.2)