Chimica e tecnologia farmaceutiche

Anno accademico: 
2017/2018
Tipo di corso: 
laurea magistrale a ciclo unico
Struttura didattica di riferimento: 
Dipartimento di Scienze del Farmaco
Accesso: 
programmato locale
Classe: 
LM-13 Farmacia e farmacia industriale
Lingua in cui si tiene il corso: 
italiano

IL CORSO DI STUDIO IN BREVE

Il Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche ha lo scopo di assicurare l'acquisizione delle basi scientifiche di un settore in costante sviluppo come quello Biotecnologico-Farmaceutico che va dal disegno, alla progettazione, alla sperimentazione “ in vivo" di nuove molecole e la preparazione teorico-pratica necessarie ad operare quale esperto del farmaco e dei prodotti per la salute (Presidi medico-chirurgici, articoli sanitari, prodotti diagnostici etc. ) nel relativo settore industriale.

Il corso forma una figura professionale che ha come sbocco privilegiato il settore industriale farmaceutico, nei campi del controllo e della certificazione sia dell'industria farmaceutica che alimentare e cosmetica, grazie, all'insieme di conoscenze in campo chimico, biologico, farmaceutico, farmacologico, tossicologico e legislativo che permettono di affrontare l'intera sequenza del complesso processo multidisciplinare volto alla produzione e al controllo del farmaco secondo le norme codificate nelle farmacopee europee.

Il corso è a numero preordinato e prevede un test di ammissione di livello equivalente a quello degli altri percorsi formativi del Dipartimento di Scienze del Farmaco. Sono richieste nozioni generali di matematica, fisica, chimica e biologia.

La frequenza ai corsi è obbligatoria. Sono consentite assenze per non più del 30% delle ore complessive di lezione valutate in tutte le loro forme di espletamento. Gli studenti possono chiedere la dispensa totale o parziale dall'obbligo della frequenza alle lezioni teoriche per gravi e giustificati motivi di lavoro o di salute.

Il corso di laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche prevede lo svolgimento di un periodo non inferiore a sei mesi a tempo pieno, di tirocinio professionale svolto presso una farmacia aperta al pubblico od ospedaliera sotto la sorveglianza dell'Ordine professionale di appartenenza della farmacia e/o del servizio farmaceutico della ASL competente per territorio.

I laureati in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche dopo il conseguimento della relativa abilitazione professionale possono svolgere, ai sensi della direttiva CEE 85/432, la professione di farmacista e sono autorizzati all'esercizio delle seguenti abilità professionali: preparazione della forma farmaceutica dei medicinali, fabbricazione e controllo dei medicinali, immagazzinamento, conservazione e distribuzione dei medicinali nella fase di commercio all'ingrosso e di distribuzione dei medicinali nelle farmacie aperte al pubblico e nelle farmacie ospedaliere oltrechè diffusione di informazioni e consigli nel settore dei medicinali. Dà accesso agli studi di terzo livello (Dottorato di Ricerca e Scuola di specializzazione) e Master universitario di secondo livello.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche appartenente alla classe LM-13 ha come obiettivo quello di formare un laureato capace di svolgere attività professionale nel settore della farmacia e farmacia industriale. Il Corso di laurea magistrale in CTF si propone di fornire ai propri laureati una solida preparazione di base ed una preparazione scientifica avanzata mirata a formare un esperto del farmaco e capace di comprendere le proprietà chimiche dei principi attivi, di correlarli alle caratteristiche farmacologiche, di comprendere l'evoluzione delle strutture dei farmaci di sintesi, e di progettare nuovi principi attivi e sulla base anche di considerazioni basate sulle proprietà chimiche di vari target biologici. Per raggiungere tali obiettivi il corso di laurea magistrale in CTF si prefigge di fornire ai propri laureati competenze scientifiche multidisciplinari con un approccio interdisciplinare che coinvolga le diverse discipline caratterizzanti (chimiche, biochimiche, farmacologico-molecolari).

Il Laureato in CTF avrà una solida preparazione di Chimica Organica, di Sintesi e Estrazione di Principi attivi e di Analisi strumentale di tipo chimico e chimico-farmaceutico. Il laureato in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche avrà competenze avanzate di Modellistica Molecolare, di metodologie di sintesi avanzate (Chimica Computazionale), di tecniche di sperimentazione farmacologica anche in vivo e di metodologie di screening di librerie di composti. Avrà preparazione pratica di analisi strumentale fino alle più moderne tecniche previste per l'analisi dei farmaci (N.M.R., MS, MS-MS, vicino IR) e alle tecniche di separazione coromatografica. A tale scopo sono previste sia conoscenze teoriche che esperienze di laboratorio individuali a posto singolo e in gruppi. Le attività pratiche saranno fortemente correlate alle attività di Tesi di laurea.

SBOCCHI PROFESSIONALI

  • Chimici e professioni assimilate - (2.1.1.2.1)
  • Farmacisti - (2.3.1.5.0)