Accordi di Dottorato Internazionale

Aspetti generali

Un percorso di dottorato di ricerca può essere qualificato come internazionale se viene svolto presso due università di due paesi diversi, per periodi approssimativamente uguali, con la previsione del rilascio di un titolo congiunto o un doppio titolo a seguito del superamento di un unico esame finale.
A tal fine, è necessario innanzitutto che presso le due università coinvolte siano attivati due corsi di dottorato di uguale durata appartenenti allo stesso settore scientifico-disciplinare e che dette università stipulino preventivamente un accordo quadro riguardante l’attivazione di un percorso di dottorato in comune. E’ fondamentale che nell’accordo quadro siano disciplinate le modalità di selezione dei candidati, le modalità di esame finale e la tipologia di titolo rilasciato a seguito di superamento dell’esame finale (congiunto o doppio).
Il candidato che svolge un percorso di dottorato di carattere internazionale effettua la sua iscrizione presso le due università coinvolte ma effettua il versamento delle tasse di iscrizione soltanto presso una di esse (università di prima iscrizione).
Al candidato vengono inoltre assegnati due tutor, uno per ciascuna università coinvolta, con la funzione di supervisori del lavoro di ricerca svolto durante il percorso di dottorato.

Aspetti Procedurali

Ferma restando la preventiva sottoscrizione dell’accordo quadro tra le due università, l’avvio concreto del percorso di dottorato internazionale comporta la stipula, entro il primo anno di dottorato, di uno specifico accordo di co-tutela di tesi.
L’accordo di co-tutela riguarda specificamente il candidato interessato e contiene i seguenti aspetti:

  • denominazione dei due dottorati di ricerca offerti dalle università coinvolte;
  • titolo e descrizione del progetto di ricerca del candidato;
  • nominativi dei supervisori per ciascuna delle università consociate;
  • modalità di pagamento delle tasse di iscrizione da parte del dottorando;
  • finanziamento del percorso di studi del candidato (es. borsa di studio) con indicazione dell’importo complessivo per l’intero percorso;
  • distribuzione dei periodi di studio/ricerca presso le sedi;
  • copertura assicurativa/sanitaria del dottorando;
  • composizione della commissione d’esame finale e sede di svolgimento;
  • tipologia di titolo di studio rilasciato a seguito di superamento dell’esame (congiunto o doppio).

 

Ultima modifica: 
06/12/2016 - 09:52